Lunedì, 15 Luglio 2024
Carabinieri / Favara

Il tentato suicidio del pensionato 81enne: aperta un'inchiesta sulla pistola utilizzata, eseguita perquisizione

La semiautomatica Beretta non è un'arma clandestina, i carabinieri stanno cercando di tracciarne la provenienza. L'anziano è ricoverato in Terapia intensiva all'ospedale "Sant'Elia" di Caltanissetta: il proiettile non dovrebbe aver leso il cervello

E' ricoverato in Terapia intensiva all'ospedale "Sant'Elia" di Caltanissetta il pensionato ottantunenne di Favara che ieri, poco prima di mezzogiorno, ha tentato il suicidio sparandosi un colpo di pistola alla tempia destra. L'anziano viene tenuto in coma farmacologico dai medici. Il proiettile non dovrebbe aver leso il cervello. 

Tenta di spararsi all'interno della sua abitazione, 81enne favarese trasferito a Caltanissetta 

I carabinieri della tenenza, e quelli del nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Agrigento, che ieri sono accorsi nei pressi dell'abitazione dell'anziano, hanno sequestrato la pistola semiautomatica, Beretta, calibro 7,65. Così come due serbatoi, nonché il bossolo e l'ogiva ritrovati all'interno della residenza. Sono in corso accertamenti per individuare la provenienza dell'arma. E stamani, i militari dell'Arma hanno eseguito, all'interno dell'abitazione del pensionato ottantunenne, una perquisizione. 

La pistola non è clandestina, ha la matricola ancora integra. C'è da capire però appunto - ed è proprio su questo che i carabinieri sono al momento al lavoro - da dove l'arma provenga e a chi appartenga. A coordinare l'attività investigativa, su tal fronte, è la Procura della Repubblica di Agrigento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il tentato suicidio del pensionato 81enne: aperta un'inchiesta sulla pistola utilizzata, eseguita perquisizione
AgrigentoNotizie è in caricamento