rotate-mobile
Cronaca Favara

Omicidio Palumbo Piccionello, il pg della Cassazione: "Condanna di Baio da confermare"

Il magistrato che rappresenta l'accusa davanti alla Suprema Corte chiede di rendere definitiva la sentenza a carico del costruttore, a cui sono stati inflitti 30 anni di reclusione

Per il procuratore generale della Cassazione la condanna va confermata e il verdetto, emesso nei primi due gradi di giudizio, non presenta neppure “profili che vanno riesaminati in un nuovo giudizio di appello”. La Suprema Corte deciderà nelle prossime ore, al massimo in mattinata, se confermare o meno la sentenza di condanna a 30 di reclusione emessa nei confronti del costruttore favarese, Antonino Baio, 75 anni, riconosciuto colpevole per l’omicidio, da lui stesso confessato, di Calogero Palumbo Piccionello, il più noto gestore di sale giochi della provincia, ucciso il 28 novembre del 2012 a 67 anni.

L’imputato, per l’ultimo grado di giudizio, ha irrobustito il collegio difensivo aggiungendo ai legali Antonino Mormino e Giovanni Castronovo l’avvocato Franco Coppi, forse il primo penalista italiano. Baio è tornato libero nell’aprile del 2014, durante il processo di primo grado, per decorrenza dei termini. Di conseguenza, in caso di conferma, sarebbe arrestato per espiare interamente la pena residua.

Baio, pochi minuti dopo avere esploso i colpi di arma da fuoco all’indirizzo di Palumbo Piccionello, ha confessato il delitto avvenuto per strada in via Napoli. L’anziano è andato dai carabinieri, ha consegnato l’arma e ha indicato il luogo dove c’era il cadavere. Il movente, secondo quanto riferito al gip Luisa Turco durante l’interrogatorio di convalida dell’arresto, sarebbe stato legato a una lettera anonima giunta nel 2009 in Prefettura che etichettava Palumbo Piccionello come un usuraio. L’imprenditore aveva accusato Baio di essere l’autore della missiva e il contrasto, prolungato nel tempo, sarebbe sfociato nell'omicidio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Palumbo Piccionello, il pg della Cassazione: "Condanna di Baio da confermare"

AgrigentoNotizie è in caricamento