rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Omicidio Mattina, l'avvocato dell'imputato Riggio: "E' stata legittima difesa"

Il legale ha chiesto l'assoluzione del suo assistito perché "il fatto non costituisce reato". Si torna in aula, per le repliche del Pm Simona Faga, il 4 ottobre

Ha chiesto l'assoluzione del suo assistito perché "il fatto non costituisce reato", perché "è stata legittima difesa". L'avvocato Marco Martorana - difensore di fiducia di Giovanni Riggio: il palermitano ventottenne reo confesso dell'omicidio, avvenuto lo scorso 5 maggio, del meccanico agrigentino Giuseppe Mattina - davanti al giudice Gianfranca Claudia Infantino del tribunale di Agrigento ha, in subordine, parlato di "eccesso di legittima difesa". Il legale ha - durante l'udienza che si è svolta nel tardo pomeriggio di ieri - avanzato delle circostanze, attenuanti generiche, contro la contestata aggravante, da parte del Pm Simona Faga, della crudeltà. 

Il Pm contesta la "crudeltà" e chiede 30 anni per Riggio 

L'avvocato Martorana ha anche invocato l'attenuante della "provocazione e delle minacce reiterate" che sarebbero state fatte da Mattina nei confronti dell'imputato. Imputato che, a detta della difesa, si sarebbe sentito in pericolo visto che si trovavano all'interno del garage chiuso a chiave.

Il delitto avvenne - era l'inizio di maggio dello scorso anno - in un capannone della zona industriale di Agrigento. Riggio che - secondo l'accusa sferrò 27 coltellate al meccanico agrigentino - aveva già scelto, alla fine dello scorso gennaio, il rito abbreviato. La moglie, il figlio minorenne e la mamma di Giuseppe Mattina si sono costituiti, attraverso l'avvocato Salvatore Cusumano, parti civili. E nella precedente udienza, l'avvocato Cusumano ha invocato la premeditazione sulla base del fatto che Riggio avrebbe acquistato, qualche giorno prima, quella che è stata l'arma del delitto: un coltello da cucina di 22 centimetri ed inoltre avrebbe pianificato - sarebbe emerso dalle intercettazioni fatte in carcere - il trasferimento della famiglia da Favara a Palermo. Sarebbe emerso - sempre grazie alle intercettazioni - che l'imputato sarebbe stato ben informato sull'iter processuale al quale sarebbe andato incontro.

Riggio sceglie il rito abbreviato 

Il processo è stato rinviato al 4 ottobre per le repliche del Pm Simona Faga e per la sentenza. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Mattina, l'avvocato dell'imputato Riggio: "E' stata legittima difesa"

AgrigentoNotizie è in caricamento