Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Favara

Il delitto di Ferragosto, l'ultimo saluto a Lupo: l'inchiesta prosegue a tutto campo

In centinaia, dentro e fuori la chiesa “San Giuseppe Artigiano”, per i funerali dell'ex presidente del consiglio comunale freddato con tre colpi di pistola in un bar

In centinaia, dentro e fuori la chiesa "San Giuseppe Artigiano", hanno dato l'ultimo saluto a Salvatore Lupo, l'ex presidente del consiglio comunale e imprenditore di 45 anni, ucciso con tre colpi di pistola in un bar di via IV novembre, a Favara, il giorno di Ferragosto.

Presenti alla celebrazione religiosa officiata da padre John Ukwenya, i figli Calogero e Sofia, l’ex moglie Giusyi Barba, i fratelli Rosario e Vincenzo e tanti parenti; assente il suocero, Giuseppe Barba, tra i principali sospettati del delitto per i noti contrasti con la vittima sfociati in denunce e presunte aggressioni.

Le indagini, coordinate dalla Procura e svolte sul campo dai carabinieri, proseguono a 360 gradi e si attende un'accelerazione dagli esiti degli accertamenti del Ris. I militari - su incarico del pool di magistrati coordinato dal procuratore Luigi Patronaggio e dall'aggiunto Salvatore Vella di cui fanno parte i pm Paola Vetro e Maria Grazia Cifalinò - hanno eseguito il test dello stub ad alcune persone, fra cui il suocero al quale sono state ispezionate anche le auto sottoposte ad accertamenti poche ore dopo che il killer solitario ha sparato e ucciso Lupo appena uscito dal bagno del bar dove era entrato casualmente.

Una delle auto potrebbe presentare degli elementi di compatibilità con quella che, immortalata in un video della videosorveglianza, sembra pedinare la vittima. 

Le indagini proseguono e scandagliano anche l'ipotesi di un contrasto in ambito lavorativo. Maggiormente defilata, per il momento, l'ipotesi di una mano mafiosa tanto che l'inchiesta resta alla Procura di Agrigento. 

Intanto Calogero e Rosario Lupo, figlio e fratello della vittima, attraverso il loro legale Domenico Russello, hanno lanciato "un accorato e caloroso appello a quanti, eventualmente, hanno visto o sanno qualcosa a riferirlo agli organi inquirenti, anche in forma riservata”.

I familiari dell'imprenditore, che gestiva residenze per anziani e strutture per disabili oltre ad avere interessi nel settore dell'edilizia, ribadiscono anche la correttezza dell'operato di Salvatore Lupo, coinvolto in diverse vicende giudiziarie che non avevano ancora avuto un riscontro processuale. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il delitto di Ferragosto, l'ultimo saluto a Lupo: l'inchiesta prosegue a tutto campo

AgrigentoNotizie è in caricamento