L'omicidio di Lorena Quaranta, chiesto rinvio a giudizio per il fidanzato

Il ventottenne infermiere calabrese Antonio De Pace avrebbe agito con premeditazione, strangolandola e colpendola con un oggetto contundente

Lorena Quaranta

Richiesta di rinvio a giudizio per Antonio De Pace, 28 anni, l’infermiere calabrese accusato di aver ucciso la fidanzata Lorena Quaranta di 27 anni, in una villetta di Furci siculo nel messinese, dove vivevano e studiavano. Il pm Roberto Conte, della Procura di Messina, contesta al giovane  di aver ucciso la fidanzata tramortendola con un oggetto e, una volta immobilizzata, di averla soffocata. Nelle scorse ore, dopo la richiesta del magistrato di mandarlo a processo, è stata fissata l'udienza preliminare che si celebrerà il 2 dicembre davanti al gup Fabio Pagana.

Contestate anche tre aggravanti: in particolare, l'aver premeditato l’omicidio in quanto aveva inviato prima dei messaggi a familiari in cui diceva di voler trasferire dei risparmi che aveva accumulato ai nipoti; messaggi che poi aveva cancellato. Inoltre, secondo l’accusa, era entrato nella camera da letto dove c’era Lorena con un oggetto per colpirla e tramortirla. Infine, i magistrati gli contestano le aggravanti di aver commesso il fatto contro una persona a lui legata da vincoli affettivi e convivente e per  motivi abbietti e futili. L’omicidio si è verificò a Furci siculo il 31 marzo.

Era stato lo stesso De Pace a chiamare i carabinieri dopo avere compiuto gesti autolesionistici. Lorena era stata trovata senza vita, uccisa probabilmente al culmine di una lite. La ragazza, originaria di Favara, frequentava l’ultimo anno della facoltà di Medicina e presto si sarebbe laureata. I familiari della ragazza si costituiranno parte civile con l'assistenza dell'avvocato Giuseppe Barba. Anche alcune associazioni che si occupano di vittime della violenza hanno annunciato che faranno lo stesso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento