rotate-mobile
Tribunale / Favara

“Ha ucciso il suo cardiologo”: inizia il processo a carico di Adriano Vetro, accolta la richiesta di perizia psichiatrica

Il medico Gaetano Alaimo, 62 anni, è stato freddato nel suo ambulatorio davanti ad una collaboratrice. Il 47enne imputato ha confessato di averlo assassinato. I legali difensori hanno chiesto la perizia psichiatrica

E’ cominciato oggi, giovedì 22 giugno, il processo per l’omicidio del cardiologo Gaetano Alaimo, 62 anni, che vede come unico imputato il 47enne operatore scolastico Adriano Vetro. Alaimo è stato ucciso con un colpo di pistola alle spalle per non avere assecondato le richieste di Vetro, suo paziente, che pretendeva il rilascio di un certificato necessario, a suo dire, per il rinnovo della patente. Dopo il rinvio a giudizio disposto dal gup del tribunale di Agrigento Iacopo Mazzullo si è così aperto l’approfondimento dibattimentale in cui Vetro è accusato di omicidio aggravato e detenzione di arma clandestina. Il fatto avvenne nell’ambulatorio di Alaimo lo scorso 29 novembre a Favara. Il processo di primo grado si celebra davanti alla Corte d’Assise del tribunale di Agrigento.

In apertura di dibattimento gli avvocati che assistono l’imputato, Sergio Baldacchino e Santo Lucia, alla presenza delle parti civili (l’Ordine dei medici rappresentato dall’avvocato Giuseppe Barba e i familiari della vittima rappresentati dall’avvocato Enzo Caponnetto), hanno chiesto ai giudici di disporre una perizia psichiatrica motivandola con la produzione di specifica documentazione medica. Si tratta della relazione di conclusione di osservazione psichiatrica, redatta dalla casa circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto, che dimostrerebbe che Adriano Vetro è affetto da patologie neuro-psichiatriche. La richiesta è stata accolta.

Il processo è stato rinviato al prossimo 13 luglio per il giuramento del perito e per sentire i primi testi del pubblico ministero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Ha ucciso il suo cardiologo”: inizia il processo a carico di Adriano Vetro, accolta la richiesta di perizia psichiatrica

AgrigentoNotizie è in caricamento