Venerdì, 19 Luglio 2024
L'inchiesta / Favara

La morte di Enzo Lattuca, cade la pista dell'eroina tagliata male: interrogato l'amico che lo ha visto l'ultima volta

L'autopsia sul 43enne, deceduto dopo essere stato iscritto nel registro degli indagati con l'accusa di avere ucciso a botte la sorella, ha escluso segni di violenza, l'uomo che avrebbe consumato la dose insieme a lui non rivela l'identità del pusher e allontana pure l'ipotesi dell'overdose. Intanto nel manifesto funebre, ad annunciare la scomparsa del fratello, compare pure Gessica

L'eroina non era tagliata male perchè è stata consumata insieme a un amico che sta bene e non ha accusato alcun malore e non sarebbe neppure corretto parlare di overdose perchè il quantitativo non era esagerato. Le indagini sulla morte del favarese Vincenzo Lattuca, morto la sera del 20 giugno, a distanza di alcune settimane dall'iscrizione nel registro degli indagati con l'accusa di avere ucciso la sorella Gessica, scomparsa nel nulla nell'agosto del 2018, sembrano arrivate al punto decisivo.

E' morto Enzo Lattuca, l'ipotesi è l'overdose

La squadra mobile di Agrigento, delegata dal procuratore reggente Salvatore Vella e dal pubblico ministero Paola Vetro, ha interrogato l'uomo che si trovava con lui quella sera e con cui avrebbe diviso la dose di eroina. Dal suo racconto, secondo quanto emerge da fonti investigative, pare venire meno l'ipotesi che a ucciderlo sarebbe stata la droga tagliata male. Questo perchè l'amico avrebbe raccontato ai poliziotti di non avere avuto alcun problema. Anche la pista dell'overdose non trova particolare riscontro dal racconto del testimone che ha riferito di un malore improvviso di Enzo Lattuca dopo l'assunzione della droga.

Svolta nell'inchiesta per la scomparsa di Gessica Lattuca, i pm: "Uccisa a botte dal fratello dopo una lite"

Nessun passo avanti sul pusher che gli avrebbe venduto la droga, indicato come un fantomatico uomo di colore sconosciuto. L'autopsia, che nell'immediatezza ha escluso segni di violenza, nelle prossime settimane potrebbe dare ulteriori risposte con le analisi tossicologiche. 

Enzo Lattuca, 43 anni, nelle scorse settimane era stato iscritto nel registro degli indagati con l'accusa di avere ucciso a botte la sorella e aver fatto poi sparire il cadavere. L'omicidio sarebbe avvenuto al culmine di un litigio provocato, ipotizza la procura, dallo stato di ubriachezza della donna. Il fratello, secondo la nuova ipotesi su cui lavoravano gli inquirenti, sarebbe stato commesso insieme ad alcuni complici così come la successiva distruzione del cadavere che non è stato mai trovato. Ipotesi che Lattuca ha sempre respinto sia davanti agli inquirenti che in un'intervista rilasciata ad AgrigentoNotizie pochi giorni della morte.

manifesto funebre gessica lattuca

Intanto giovedì pomeriggio si sono celebrati i funerali: nel manifesto fra i familiari che annunciano la scomparsa sono stati indicati sia Filippo Russotto, il cognato, compagno della sorella a lungo indagato con l'accusa di averla uccisa, che la stessa Gessica di cui, essendo scomparsa nel nulla 5 anni fa, quando aveva 28 anni, non si ha conferma ufficiale della morte. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La morte di Enzo Lattuca, cade la pista dell'eroina tagliata male: interrogato l'amico che lo ha visto l'ultima volta
AgrigentoNotizie è in caricamento