rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca Favara

"Aveva un maxi arsenale", domiciliari per l'insospettabile infermiere

La Direzione distrettuale antimafia di Palermo che è pronta a ricorrere al tribunale del Riesame. Ad Amedeo Caruana è stata contestata l’aggravante d'avere agito per favorire Cosa Nostra

Il Gip del tribunale di Palermo, Fabrizio Molinari, dopo 8 mesi di carcere, ha posto ai domiciliari Amedeo Caruana, infermiere di 56 anni. L'uomo era stato arrestato dai carabinieri perché trovato con un vero e proprio arsenale. 

Secondo il Gip, le esigenze cautelari si sono "affievolite, sebbene non del tutto cessate" - secondo quanto riporta oggi, a firma di Riccardo Arena, il Giornale di Sicilia  - . Questo "in forza del non esiguo lasso di tempo in cui l’istante è stato sottoposto a misura carceraria che si ritiene possa aver costituito idoneo deterrente alla ulteriore commissione di reati". Una decisione, quella del giudice, che ha lasciato di stucco la Direzione distrettuale antimafia di Palermo che è pronta a ricorrere al tribunale del Riesame.  Anche perché a Favara si combatte una guerra di mafia con rivoli, se non fiumi, di sangue che portano in Belgio. E per combattere le guerre ci vogliono le armi: Caruana è nel "mirino" dei Pm palermitani Gery Ferrara, Alessia Sinatra e Claudio Camilleri perché gli viene contestata l’aggravante di mafia, avere agito per favorire Cosa Nostra.

Eppure è tornato a casa senza scorta e non dovrà neppure portare il braccialetto elettronico. Il suo legale, l’avvocato Ninni Giardina, aveva sostenuto che il cliente fosse un appassionato di armi, un collezionista, e aveva ricordato che ai coindagati di Caruana erano stati concessi gli arresti in casa.

Caruana aveva sostenuto tra l’altro di avere "casualmente raccolto per strada" l’enorme quantità di armi e munizioni, che sarebbe stata abbandonata, all’interno di tre sacchetti di plastica e di una valigetta, dagli occupanti di un’auto "in corsa a gran velocità". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Aveva un maxi arsenale", domiciliari per l'insospettabile infermiere

AgrigentoNotizie è in caricamento