rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Favara

"Ha incendiato gli arredi del ristorante", il giudice non convalida l'arresto

Al processo per direttissima a carico del favarese Ignazio Sicilia, non è stata applicata neppure una misura cautelare

Il giudice monocratico Alessandro Quattrocchi non ha convalidato l’arresto "poiché il titolo di reato contestato, ovvero violazione delle prescrizioni della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza contemplava una prescrizione generica rispetto al titolo di reato, danneggiamento aggravato a seguito di incendio, non contestato dal pubblico ministero nella richiesta di convalida di arresto".

"Incendia gli arredi", incastrato dal filmato

Lo stesso giudice non ha ritenuto opportuno neppure applicare alcuna misura cautelare, accogliendo le istanze difensive dell’avvocato Tatiana Pletto, sostituto del difensore titolare Giuseppe Barba, non ravvisando le esigenze cautelari. Il pm Antonella Pandolfi chiedeva, invece, la convalida dell'arresto e la custodia in carcere. Il quarantatreenne Ignazio Sicilia, di Favara, sorvegliato speciale, è tornato libero. 

I militari dell’Arma della tenenza di Favara erano arrivati alla sua identificazione grazie al filmato ricavato da una telecamera di video sorveglianza. L'uomo avrebbe appiccato il fuoco agli arresti in un ristorante della centrale piazza Cavour.

Ad essere danneggiati dalla fiammata sono state alcune sedie e forse anche un tavolo. Non c’è stato nemmeno bisogno dell’intervento dei vigili del fuoco per riuscire a circoscrivere e spegnere le fiamme. A farlo pare che siano stati gli stessi proprietari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ha incendiato gli arredi del ristorante", il giudice non convalida l'arresto

AgrigentoNotizie è in caricamento