Brucia la friggitrice: a fuoco la cucina di un ristorante di Favara

Tempestivo l'intervento dei vigili del fuoco che sono riusciti a limitare i danni

(foto ARCHIVIO)

Prende fuoco la friggitrice, all’interno della cucina di un ristorante situato in via Aldo Moro a Favara, e si teme il peggio. I vigili del fuoco del comando provinciale di Agrigento, subito accorsi, in poco meno di un’ora, sono riusciti a salvare l’attività di ristorazione. Nessun dubbio, non in questo caso naturalmente, sul fatto che si è trattato di un incendio accidentale.

Erano le 22,14 circa di mercoledì quando la centrale operativa del comando provinciale dei vigili del fuoco di Agrigento raccoglieva l’Sos. La richiesta veniva inoltrata per un incendio in un ristorante. I pompieri, naturalmente, non perdevano neanche un secondo del prezioso tempo a disposizione. Giunti in via Aldo Moro, a Favara, i vigili del fuoco appuravano subito che le fiamme erano, per fortuna, limitate alla cucina dell’attività di ristorazione. Idranti alla mano, per i pompieri, non è stato per niente complicato riuscire a circoscrivere prima e a spegnere immediatamente dopo le fiamme. Subito, i vigili del fuoco hanno appurato che la fiammata iniziale era divampata dalla friggitrice. Un episodio, dunque, accidentale.

I danni, per fortuna, non sono stati – almeno così sembrava ieri – ingenti. Sembrerebbe che siano risultati essere limitati ad una porzione della cucina. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, traffico di droga e politica: scatta l'operazione "Oro bianco": 12 arresti, ecco i nomi

  • Fiumi di droga, estorsioni, minacce e il "braccetto" con la politica: ecco i dettagli dell'operazione "Oro bianco"

  • Scontro fra due auto nella zona industriale, muore impiegata 62enne

  • Rimorchio si sgancia da tir e travolge auto: due feriti, uno in gravi condizioni

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore (+79 in provincia): la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento