Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca Favara

L'incendio dell'ambulanza della "Misericordia", danni per oltre 20 mila euro

Il segretario della Confraternita, Paolo Torregrossa: “Chiediamo al popolo un aiuto. Siamo attivi sul territorio da 20 anni ed è nostro interesse continuare a farlo. Presto inizieranno le raccolte fondi. Aiutateci ad aiutarvi”

L'incendio che ha inghiottito l'ambulanza della Confraternita "Misericordia" e annerito il prospetto della sede, in via De Gasperi, all'interno del Seminario vescovile di Favara, ha provocato danni per oltre 20 mila euro, Il mezzo di soccorso era stato comprato appena due anni fa e all'interno aveva sofisticate attrezzature: un ventilatore, l’elettrocardiogramma e un monitor Rcm.

Distrutta dalle fiamme l'ambulanza della "Misericordia"

“Chiediamo al popolo un aiuto – ha scritto il segretario della Confraternita Misericordia: Paolo Torregrossa - . Siamo attivi sul territorio da 20 anni ed è nostro interesse continuare a farlo. Presto inizieranno le  raccolte fondi e altro per poter ripartire. Aiutateci – ecco l’appello lanciato sui social – ad aiutarvi”.

Spetterà all’attività investigativa mettere dei punti fermi e fare chiarezza su cosa abbia innescato il rogo che ha inghiottito l’indispensabile mezzo per il soccorso. Perché quell’ambulanza – praticamente nuova visto che era stata acquistata appena due anni fa – era l’unica per la “Misericordia” di Favara. “E’ un danno enorme – ha confermato Paolo Torregrossa, segretario della Confraternita Misericordia di Favara – . L’ambulanza l’avevamo acquistata meno di due anni fa e all’interno c’erano importanti attrezzature di soccorso: un ventilatore, un monitor Rcm, un elettrocardiogramma. Era un ambulanza di categoria “A”. Il danno è superiore ai 20 mila euro. Ma ripartiremo. Aiutateci ad aiutarvi”.

La Confraternita Misericordia di Favara ha già deciso d’avviare una raccolta fondi e chiunque, anche con un piccolo contributo, potrà contribuire a far rimettere in moto gli aiuti e i soccorsi che la Confraternita ha sempre garantito. “Presto – è stato spiegato sempre dal segretario della Confraternita Misericordia di Favara: Paolo Torregrossa – forniremo un codice Iban per fare in modo che chiunque possa contribuire alla raccolta fondi”.

Sanno perfettamente alla Confraternita Misericordia che non sarà semplice ricominciare. Ma nessuno di loro mollerà, così come hanno sempre dimostrato di saper fare e torneranno, dunque, a garantire i soccorsi ai bisognosi e a chi è in difficoltà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'incendio dell'ambulanza della "Misericordia", danni per oltre 20 mila euro
AgrigentoNotizie è in caricamento