rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Il furto / Favara

Bloccati dopo avere rubato caramelle e cioccolati alla Lidl: il giudice convalida i tre arresti e li rimette in libertà

Deciso l'obbligo di firma (la procura chiedeva il divieto di dimora) per i tre presunti ladri sorpresi dai carabinieri con la merce nel doppio fondo di una borsa

Arresti convalidati e obbligo di firma per tre volte alla settimana per i tre favaresi sorpresi a rubare caramelle e cioccolati alla Lidl di Favara dopo averli nascosti nel doppio fondo artigianale di una borsa. Sono le decisioni del giudice Fulvia Veneziano al termine dell'udienza. 

Si tratta di Mario Bellavia, 32 anni; della moglie Angela Pisciotto, 28 anni e della loro amica Patrizia Maccarrone, 52 anni. Sono accusati di furto pluriaggravato dall'avere agito in tre persone e su cose esposte alla pubblica fede. L'episodio è avvenuto domenica.

I tre favaresi, secondo la ricostruzione dell'episodio, avrebbero fatto finto di fare la spesa nel supermercato di via Capitano Callea per rubare caramelle e cioccolati del valore complessivo di poco superiore ai 50 euro. I dipendenti dell'attività hanno avuto il sospetto che nascondessero della merce e hanno chiamato i carabinieri che, in pochi minuti, sono riusciti a bloccarli e, da un controllo della borsa, è emersa la presenza del doppio fondo dove era nascosta la refurtiva.

Il pubblico ministero Sara Varazi ha disposto il giudizio direttissimo e chiesto al giudice di applicare la misura cautelare del divieto di dimora a Favara. Il difensore, l'avvocato Salvatore Cusumano, ha chiesto il giudizio abbreviato e il processo per direttissima è stato aggiornato al 22 giugno. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bloccati dopo avere rubato caramelle e cioccolati alla Lidl: il giudice convalida i tre arresti e li rimette in libertà

AgrigentoNotizie è in caricamento