rotate-mobile
Criminalità / Favara

Rubano una smerigliatrice e sfondano bar-tabacchi: portati via soldi e stecche di sigarette

I malviventi sono tornati a colpire in contrada San Benedetto: il bottino è stato di 18mila euro, ma i danni sono molto più ingenti

Ancora un furto. E grosso modo sempre nella stessa zona, quella di Favara. Quindici giorni dopo il colpo grosso al distributore di carburanti "Lukoil", i criminali sono tornati, nottetempo, in azione. E lo hanno fatto nell'area di servizio Q8 di contrada San Benedetto. "Armati" di una smerigliatrice, che è fra l'altro risultata provento di furto, hanno rotto i pannelli del bar-tabacchi prima e aperto la cassaforte dopo. Anche in questo caso, il bottino è stato grosso: 3mila euro in contanti e 270 stecche di sigarette per un valore di 15mila euro. 

Colpo grosso al distributore di carburanti "Lukoil": rubati 7.700 euro

A ritrovare, appunto, la smerigliatrice sono stati i carabinieri durante il sopralluogo. E l'utensile è risultato rubato da un'attigua e nota ditta che vende attrezzature per imprese edili e non soltanto. E anche in questo caso, i ladri erano riusciti a farsi largo dopo aver forzato la porta d'ingresso. I carabinieri hanno avviato le indagini naturalmente. Nessun aiuto, perché a quanto pare non sono presenti, da eventuali telecamere di videosorveglianza.  

Rubati contanti, assegni e sradicata la cassaforte: maxi furto in un'impresa di San Benedetto

Rubano il furgone da un'officina e svaligiano un'azienda di arredi e ceramiche

Negli ultimi mesi, ad Agrigento, è in corso una vera e propria alzata di testa da parte della criminalità. Sempre in contrada San Benedetto, a metà ottobre scorso, i malviventi hanno portato via quasi 9.500 euro in contanti, nonché una ventina di assegni per oltre 40 mila euro dagli uffici di un'impresa della zona industriale di Agrigento. E allora si disse che ad agire erano stati in due, entrambi con il volto coperto. Dall'azienda venne rubato anche un Fiat Fiorino che era stato lasciato posteggiato nel piazzale antistante alla ditta. A fine gennaio toccò a un'azienda leader nella commercializzazione delle ceramiche, arredo bagno e infissi sempre di contrada San Benedetto. Un furto compiuto dopo che, sempre nella zona industriale, da un'officina, era stato rubato un furgone. E a novembre erano stati portati via, da un'impresa agricola, un trattore, una imballatrice e un compattatore

Ladri in un'azienda agricola di San Benedetto: rubati trattore, imballatrice e compattatore

Furti, nel corso degli ultimi mesi, sono stati messi a segno, anche in altri punti di Agrigento e Favara, a supermercati e negozi. Ma quanto continua a ripetersi in contrada San Benedetto è, ormai, di fatto, più che allarmante.

Non c'è certezza che ad agire sia sempre la medesima banda di criminali. Appare difficile ipotizzarlo, ma potrebbe anche trattarsi di "mani" differenti. 

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Potrebbe interessarti

Rubano una smerigliatrice e sfondano bar-tabacchi: portati via soldi e stecche di sigarette

AgrigentoNotizie è in caricamento