Finanziamenti ed appalti per lavori nelle scuole, arriva la task force per i controlli

Dal controllo delle carte e dei verbali di aggiudicazione, ma anche dal sopralluogo effettuato in uno degli edifici interessati dagli interventi è stato appurato che tutto procede secondo i tempi prefissati

Un'aula scolastica (foto archivio)

Due funzionari dell’“Agenzia per la coesione territoriale”, componenti della task force nazionale che si occupa di edilizia scolastica, hanno fatto tappa all’Utc di Favara per fare il punto sui finanziamenti che il Comune ha ottenuto da vari enti e sulle opere realizzate. Le attenzioni si sono concentrate su cinque finanziamenti che interessano altrettante scuole cittadine. "È stata passata sotto la lente di ingrandimento la tempistica – ha spiegato al Giornale di Sicilia il capo dell’ufficio tecnico, Alberto Avenia – per capire se tra i decreti di finanziamento, la pubblicazione dei bandi e l’inizio dei lavori ci siano stati dei colpevoli ritardi con il rischio della revoca delle stesse erogazioni".

Dal controllo delle carte e dei verbali di aggiudicazione degli appalti, nonché dal sopralluogo effettuato in uno degli edifici scolastici interessati dai lavori è stato appurato che tutto procede secondo i tempi prefissati. È, infatti, in fase di ultimazione il consolidamento della palestra dell’istituto comprensivo “Bersagliere Urso” finanziato con 200 mila euro dal Ministero per le Infrastrutture.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento