Cronaca Favara

Medicine per gli indigenti, è nata la "farmacia solidale"

Tutti i farmaci raccolti nell'ambito del progetto saranno custoditi e classificati da farmacisti volontari individuati dall'ordine

E' nata, a Favara, la “Farmacia sociale”. Lo scopo è quello di dare sostegno ai cittadini che hanno bisogno di cure mediche e che sono nell’impossibilità economica di acquistare le medicine prescritte. Il progetto, fortemente voluto dall’assessore alla Solidarietà sociale Rossella Carlino, oltre al Comune partecipano l’ordine dei medici e l’ordine dei farmacisti che, con i rispettivi presidenti Salvatore Puma e Maurizio Pace, hanno sottoscritto un’apposita convenzione. 

"Si tratta di un’iniziativa di natura solidaristica – spiega l’assessore Carlino – per promuovere la raccolta di farmaci non utilizzati e in corso di validità per la loro successiva distribuzione gratuita ai cittadini più bisognosi". Tutti i medicinali raccolti nell’ambito del progetto saranno custoditi e classificati da farmacisti volontari che saranno individuati dall’ordine.

In provincia di Agrigento non esistono iniziative del genere e la convenzione siglata all'ordine dei farmacisti in via Imera ad Agrigento potrebbe fare da apripista in altri Comuni. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medicine per gli indigenti, è nata la "farmacia solidale"

AgrigentoNotizie è in caricamento