menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto archivio

foto archivio

"Evasione da oltre 270mila euro e distruzione scritture contabili", assolto imprenditore

La difesa ha sostenuto che non vi fosse prova del ruolo dell'imputato di amministratore di fatto della società

Assoluzione per non avere commesso il fatto: il giudice monocratico Giuseppa Zampino proscioglie l'imprenditore Angelo Pistella, 46 anni, di Favara, accusato di una maxi evasione, fra Iva e Ires, di 273mila euro e di avere distrutto le scritture contabili e i documenti fiscali per non consentire la ricostruzione del patrimonio aziendale.

I fatti al centro del processo risalgono al periodo compreso fra il 2010 e il 2013 e scaturivano da un controllo fiscale eseguito dalla Guardia di Finanza nei confronti della Pistella Group Srl, società che operava in svariati settori.

avvocato daniela posante-2

Il difensore, l'avvocato Daniela Posante (nella foto al centro), ha sostenuto che non vi fosse alcuna prova del ruolo di Pistella contestato dalla Procura, ovvero quello di amministratore di fatto. "Dubbi - ha sostenuto nel suo intervento conclusivo - che non sono stati mai chiariti dai due sottufficiali sentiti in aula". 

Il pubblico ministero Margherita Licata, al contrario, aveva chiesto la condanna a 3 anni e 3 mesi. Nell'inchiesta fu coinvolto il rappresentante legale della società la cui posizione è stata stralciata e trattata a parte. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento