rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Carabinieri / Favara

Abusivismo edilizio, evasione dai domiciliari e furto di corrente: tre arresti e una denuncia

Una trentaseienne ritenuta responsabile di allaccio fraudolento è stata scovata, durante un controllo, da carabinieri e tecnici dell'Enel

Una sessantatreenne casalinga è stata arrestata perché deve scontare due mesi di reclusione ai domiciliari perché condannata per abusivismo edilizio, reati commessi nel 2009. Una trentaseienne, C. C., è stata invece ritenuta responsabile di furto di energia elettrica: i carabinieri hanno scovato un allaccio abusivo alla rete elettrica. Su disposizione della Procura, l’indagata è stata posta ai domiciliari.

Arresto di un favarese, poi, lungo la strada che da Raffadali va verso Agrigento. I militari del Norm della compagnia della città dei Templi hanno intimato l’Alt ad un’autovettura a bordo della quale c’era Alessandro Rizzo, 28 anni, che avrebbe dovuto essere invece ai domiciliari in una comunità di Raffadali e dalla quale si era allontanato senza autorizzazione. L’auto è risultata essere guidata da un venticinquenne, già noto alle forze dell’ordine, che non ha voluto sottoporsi al test alcolemico e tossicologico e per questo motivo è stato denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica. Rizzo, arrestato per evasione dai domiciliari, è stato rimesso – su disposizione del pm di turno – nella comunità. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusivismo edilizio, evasione dai domiciliari e furto di corrente: tre arresti e una denuncia

AgrigentoNotizie è in caricamento