Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

"Il centro storico di Favara trasformato in una piazza di spaccio", l'inchiesta regge al riesame

Confermati i primi provvedimenti anche se per un indagato sono stati disposti i domiciliari

Gli arrestati dell'operazione "Fortino"

Per un indagato la misura cautelare è stata confermata, per un altro è stata alleggerita con gli arresti domiciliari. Per gli altri si è in attesa del pronunciamento. L'inchiesta "Fortino", che ha sgominato un giro di spaccio di droga nel centro storico di Favara, per il momento regge al vaglio del tribunale del riesame. 

Gli indagati sono: Emanuele Di Dio di 41 anni; Salvatore Stagno di 46 anni; Rosario Crapa di 30 anni, Massimo Crapa di 45 anni; Alessandra Falsone di 39 anni e il ghanese Abass Bukary di 25 anni. Per Stagno il riesame ha rigettato il ricorso della difesa confermando l'ordinanza cautelare in carcere, per Rosario Crapa l'istanza è stata in parte accolta e sono stati disposti i domiciliari. Per gli altri si è in attesa di una decisione. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il centro storico di Favara trasformato in una piazza di spaccio", l'inchiesta regge al riesame

AgrigentoNotizie è in caricamento