Lunedì, 26 Luglio 2021
Cronaca

"Maxi giro di eroina e hashish nel centro storico", il riesame conferma altri due arresti

L'inchiesta "Fortino" resiste al vaglio del tribunale della libertà: il centro storico sarebbe stato trasformato in una "piazza" di spaccio

Gli arrestati dell'operazione "Fortino"

Altre due ordinanze cautelari confermate: l'inchiesta "Fortino", che avrebbe sgominato un giro di spaccio di droga nel centro storico di Favara, regge al vaglio del riesame. 

Oggi i giudici del tribunale della libertà, al quale si sono rivolti i difensori per chiedere di annullare i provvedimenti restrittivi, hanno confermato il provvedimento emesso dal gip Francesco Provenzano, su richiesta del pm Paola Vetro, che applicava la custodia in carcere per due indagati. Si tratta di Massimo Crapa, 45 anni ed Emanuele Di Dio, 41 anni. Entrambi, secondo quanto ipotizzano gli inquirenti, avrebbero spacciato hashish ed eroina nel centro storico di Favara e persino davanti alle scuole.

Gli altri indagati sono: Salvatore Stagno, 46 anni; Rosario Crapa, 30 anni;  Alessandra Falsone, 39 anni e il ghanese Abass Bukary, 25 anni. Per la donna, moglie di Massimo Crapa, il gip, dopo l'udienza di convalida del fermo, nella quale è stata difesa dall'avvocato Salvatore Maurizio Buggea, ha disposto il solo obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Per Stagno il riesame già nei giorni scorsi aveva rigettato il ricorso della difesa confermando l'ordinanza cautelare in carcere. Per Rosario Crapa l'istanza era stata in parte accolta ed erano stati disposti i domiciliari. Per gli altri, adesso, è stata confermata la custodia in carcere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Maxi giro di eroina e hashish nel centro storico", il riesame conferma altri due arresti

AgrigentoNotizie è in caricamento