Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Favara

Droga, la maxi inchiesta "Casuzza": 14 indagati verso il processo

La Procura ha fatto notificare l'avviso di conclusione delle indagini preliminari

La banda di presunti pusher che avrebbe spacciato fra Favara e Canicattì comparirà presto in aula per l'udienza preliminare. I pubblici ministeri Gloria Andreoli e Sara Varazi hanno fatto notificare l’avviso di conclusione delle indagini preliminari nei confronti di 14 persone coinvolte nell’operazione “Casuzza”, eseguita dalla squadra mobile di Agrigento, che ha disarticolato un giro di smercio di hashish e marijuana. 

Si tratta di Michele Bongiorno, 30 anni; Alisea D’Ippolito, 20 anni; Vanessa Fallea, 29 anni; Gabriele Gramaglia, 25 anni; Alexsandru Adonis Hoamea, 29 anni; Giovanni Lombardo, 27 anni; Bah Ousmane, 21 anni; Carmelo Papia, 34 anni; Floriana Pia Pullara, 21 anni; Cristina Schembri, 24 anni; Antonio Sciortino, 45 anni; Calogero Sorce, 28 anni; Angelo Stagno, 28 anni; Domenico Stagno, 21 anni. Tutti gli indagati - ad eccezione di Ousmane, richiedente asilo domiciliato in una comunità - sono di Favara.

L’indagine nasce agli inizi del 2019 con il ritrovamento di un telefono cellulare che da lì a poco si è rivelato un fondamentale spunto investigativo: all'interno una sorta di "libro mastro" con nomi, cifre e appuntamenti. La base utilizzata per organizzare lo smercio della droga, che ha ispirato il nome all'inchiesta, era una “casuzza”, così come descritta dagli indagati, presa in affitto.

Contestati 72 episodi di cessione di sostanza stupefacente perfino nei pressi di una caserma che, come prevede la legge in materia, ha pure portato alla contestazione di una specifica aggravante. L'operazione, con 15 misure cautelari, è scattata il 9 giugno scorso.

Gli indagati hanno adesso venti giorni di tempo per presentare memorie e rendere dichiarazioni al pubblico ministero per evitare la richiesta di rinvio a giudizio. Il collegio difensivo (composto, fra gli altri, dagli avvocati Salvatore Cusumano, Giuseppe Barba, Ninni Giardina, Graziella Vella, Teresa Alba Raguccia, Salvatore Virgone e Teresa Balsamo) è al lavoro per predisporre la strategia processuale. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga, la maxi inchiesta "Casuzza": 14 indagati verso il processo

AgrigentoNotizie è in caricamento