rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Favara

Preso con 20 grammi di cocaina scalcia contro i carabinieri, 42enne dal gup

L'uomo, mentre si trovava in auto con moglie e figli, era stato trovato con la droga nascosta nelle mutande e avrebbe aggredito i militari durante l'arresto

Il 16 maggio davanti al gup Giuseppe Miceli. Alessandro Terranova, 42 anni, di Favara, arrestato il 23 luglio dai carabinieri dopo essere stato sorpreso con 20 grammi di cocaina nelle mutande, mentre era in macchina con moglie e figli di 7 e 10 anni, rischia adesso il rinvio a giudizio. 

Il pubblico ministero Chiara Bisso ha chiesto il processo per le ipotesi di reato di detenzione illecita ai fini di spaccio di droga e resistenza a pubblico ufficiale. Terranova, che ha nominato come difensore l'avvocato Salvatore Cusumano, quando era stato fermato dai carabinieri aveva manifestato un evidente nervosismo.

La circostanza ha spinto i militari a perquisirlo e il favarese - secondo l'accusa - avrebbe inveito e scalciato contro i militari per impedire il controllo. 

Durante l'interrogatorio di convalida aveva giustificato il possesso della droga dicendo di essere un semplice consumatore e di non detenerla con la finalità di spacciarla.

Giustificazioni che non avevano convinto il gip, sia per il ritrovamento del bilancino di precisione che per i ripetuti contatti via whatsapp, documenti dai carabinieri dopo l'arresto, che rappresenterebbero l'indizio circa una rete di clienti che lo cercavano per comprare la cocaina. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Preso con 20 grammi di cocaina scalcia contro i carabinieri, 42enne dal gup

AgrigentoNotizie è in caricamento