menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Favara, continua il divieto di conferire umido: stop fino al 19 ottobre

Un'ordinanza aveva già bloccato la possibilità di smaltire il rifiuto per tutto il mese di agosto, adesso la nuova decisione

Dopo un'estate già "infernale" per quanto riguarda lo smaltimento dei rifiuti, per la seconda volta di fila il Comune di Favara ha proibito ai cittadini di smaltire l’umido.

Il sindaco Anna Alba, incassata una specifica comunicazione in tal senso da parte della stazione di trasferenza della Seap, ha infatti prorogato fino al prossimo 19 ottobre l’ordinanza comunale firmata il 19 agosto scorso che vieta appunto la produzione di frazione umida. Fino a fine ottobre, quindi, niente turno e divieto assoluto di conferire questa tipologia di rifiuti dentro il “secco residuo” che pure, misteriosamente, è in calendario ben tre volte in una settimana.

Come mai decidere di moltiplicare i conferimenti di indifferenziato a fronte di un’impossibilità di smaltire l’umido? Il mistero è fitto, soprattutto perché come è evidente, al netto degli inviti alla cittadinanza “alla massima collaborazione”, aumentare i giorni di conferimento del secco residuo non può portare vantaggi reali alla differenziata.

Le domande senza risposta, del resto, sono tante, a partire dalla più inopportuna – almeno, per l’amministrazione comunale -: come è materialmente immaginabile che i cittadini non producano nemmeno un grammo di umido? Oppure è soltanto un grande "gioco delle parti"?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento