Danneggiata la "bocchetta" del Postamat, ufficio sempre nel "mirino"

Nel novembre scorso, lo stesso sportello era stato cosparso di liquido infiammabile e incendiato e prima ancora qualcuno aveva provato a forzarlo

Nel novembre dello scorso anno, dopo averlo cosparso di liquido infiammabile, appiccarono il fuoco. L’altra notte hanno danneggiato – non è chiaro se abbiano provato a forzarla o meno – la "bocchetta" Atm. Ancora una volta, prepotentemente, è stato il Postamat dell’ufficio di via Carlo Alberto dell, nei pressi di piazza Della Vittoria, a Favara, a finire alla ribalta della cronaca. Ad agire degli ignoti teppisti. Fatta la scoperta, subito è stato richiesto l’intervento dei carabinieri della locale tenenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tentano di forzare il bocchettone del Postamat, il colpo però fallisce

E i militari oltre a constatare il danneggiamento hanno avviato le indagini per provare a dare un’identità a chi ha agito, durante le ore notturne, senza essere visto, né tantomeno sentito. E' stato un raid vandalico? O hanno tentato veramente di forzare il Postamat? Spetterà all’attività investigativa dei militari dell’Arma di Favara provare a fare chiarezza. Non ci sono certezze istituzionali, ma appare scontato che i carabinieri abbiano già acquisito le immagini del sistema di video sorveglianza dell’ufficio postale. Impossibile comunque, sia nel caso di novembre dello scorso anno che in quello delle ultime ore, ipotizzare un tentato furto. Il "bocchettone" del Postamat non si forza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • "Minacce di morte e calci nella pancia alla fidanzata incinta", la donna lo perdona e ritira la querela

  • Gruppetto di tunisini sbarca a San Leone: i migranti scappano a gambe levate

  • Tenta di bloccare tunisino in fuga da Villa Sikania e viene aggredito: poliziotto finisce in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento