Favara, danneggia centro di accoglienza e "sequestra" operatori: arrestato 27enne

I carabinieri hanno dovuto mediare per convincere il giovane ospite della struttura ad aprire la porta, poi lo hanno fermato per danneggiamento e resistenza

Il centro d'accoglienza di Favara

I carabinieri hanno arrestato un nigeriano di 27 anni con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e violenza privata. I militari sono intervenuti nel centro di accoglienza di Favara dove risiede dopo che il responsabile aveva denunciato le sue intemperanze. Il giovane, in particolare, avrebbe iniziato a danneggiare alcune suppellettili e avrebbe chiuso dentro un ufficio alcuni operatori della struttura. 

I militari lo hanno convinto a liberarli e lo hanno arrestato, ponendolo ai domiciliari in un'altra sede della struttura. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, nel "valzer" di guarigioni e nuovi contagi c'è una nuova vittima: è un grottese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento