Cronaca

Compra pezzi di ricambio e paga mille euro: truffato 32enne, denunciati due fratelli

Il giovane aveva saldato il dovuto con ricarica PostaPay, ma quei pezzi di ricambio per moto d'acqua non sono mai arrivati a destinazione

Compra dei pezzi di ricambio per una moto d’acqua, dopo aver conosciuto e contattato il rivenditore attraverso un gruppo Facebook, e paga – con ricarica PostaPay – mille euro. Quei pezzi di ricambio a Favara non arriveranno mai però e, dopo un’attesa più o meno impaziente, il trentaduenne ha bussato al portone della tenenza di Favara ed ha formalizzato denuncia per truffa.

L’attività investigativa dei militari dell’Arma della tenenza, con a capo il tenente Fabio Armetta, coordinati dal capitano Marco La Rovere che guida la compagnia di Agrigento, sono arrivate ben presto, nelle ultime ore, all’identificazione e alla denuncia dei due presunti truffatori. Si tratta di due fratelli, di 38 e 29 anni, della provincia di Messina che sono stati indagati, dalla Procura di Agrigento, per truffa in concorso.

Le indagini dei carabinieri di Favara si sono, inevitabilmente, concentrate tanto sul gruppo di compravendita aperto sul social network, quanto sulla ricarica PostaPay. E i riscontri, ossia l’identificazione dei due presunti truffatori, sono arrivati praticamente subito. Resta, anche in questo caso inevitabilmente, l’amarezza del truffato: del favarese trentaduenne che sperava di risparmiare nel comprare quei pezzi di ricambio per la moto d’acqua e invece ha perso ben mille euro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Compra pezzi di ricambio e paga mille euro: truffato 32enne, denunciati due fratelli

AgrigentoNotizie è in caricamento