Blitz dei carabinieri in Caf e patronati: trovati dei lavoratori in nero

I militari del nucleo Ispettorato del lavoro stanno realizzando delle verifiche incrociate sulle posizioni: una struttura rischia la chiusura

Carabinieri incrociano dati

Le fila non sono state ancora definitivamente tirate. Ci sarebbero molte posizioni al vaglio: i carabinieri del nucleo Ispettorato del lavoro starebbero analizzando quanto scoperto e acquisito durante un blitz, messo a segno la scorsa settimana, in alcuni centri Caf e patronati di Favara. Stando a quanto emerge dal fitto riserbo investigativo, i militari dell’Arma avrebbero trovato alcuni lavoratori in nero. Una struttura, in maniera particolare, pare che rischi proprio la chiusura. Servirà però ancora dell’altro tempo per fare in modo che i carabinieri del nucleo Ispettorato del lavoro abbiano un quadro nitido: a quanto pare sarebbero in corso delle verifiche incrociate sulle posizioni dei lavoratori. Appena pochi giorni dopo il maxi controllo realizzato su Favara, i carabinieri del nucleo Tutela lavoro – assieme a quelli del Nas di Palermo – hanno trovato tre lavoratori in nero, e altre irregolarità, in alcuni stabilimenti balneari tra Punta Bianca e Realmonte. Multe per oltre 19 mila euro vennero elevate in quel caso.  

I militari dell’Arma, da settimane ormai, su disposizione del comando provinciale di Agrigento, stanno effettuando una serie di controlli mirati sia ai locali di intrattenimento e agli stabilimenti balneari che sorgono lungo tutto il litorale, ma non solo. Come dimostrano appunto i controlli realizzati su Favara.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • Morto per infarto intestinale non diagnosticato, la difesa: "Familiari della vittima fuori dal processo"

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Torna a casa e trova un ladro che sta rubando in camera da letto: arrestato un 42enne

  • La "fabbrica" dei falsi invalidi, ispettore della Digos: "Non c'era una sola banda ma erano due"

  • Mancata convalida dell'arresto di Carola Rackete, la Cassazione respinge il ricorso della Procura

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento