Bruciano gli arredi esterni di un ristorante, avviate le indagini

E’ stato un gesto mirato? O il principio di incendio è stato innescato da qualcosa di accidentale? Magari anche da un banale mozzicone di sigaretta

Una veduta della tenenza di Favara

E’ stato un gesto mirato? O il principio di incendio è stato innescato da qualcosa di accidentale? Magari anche da un banale mozzicone di sigaretta. Sono i carabinieri della tenenza di Favara ad occuparsi delle indagini – al momento condotte su un fronte di trecentosessanta gradi – per fare chiarezza sul principio di incendio che si è sviluppato, nella notte fra sabato e domenica, all’esterno di un ristorante del centro storico di Favara.

Ad essere danneggiati dalla fiammata sono state alcune sedie e forse anche un tavolo. Non c’è stato nemmeno bisogno dell’intervento dei vigili del fuoco per riuscire a circoscrivere e spegnere le fiamme. A farlo pare che siano stati gli stessi proprietari. Sul posto, avuta notizia dell’accaduto, si sono subito portati i carabinieri della tenenza di Favara. Militari dell’Arma che hanno accertato il danneggiamento a seguito di incendio e che, dopo aver raccolto alcune testimonianze, hanno appunto avviato l’attività investigativa. I danni che il ristorante ha subito non sono stati per fortuna ingenti.

Secondo la ricostruzione ufficiale del comando provinciale dell’Arma dei carabinieri, il danno dovrebbe aggirarsi – si tratta appunto di alcuni arredi esterni – in poche centinaia di euro. Nessuna ipotesi investigativa, ieri, nonostante il trascorrere delle ore, veniva ancora esclusa. Servirà chiaramente del tempo per fare chiarezza e non è escluso – anche se a tal riguardo il silenzio, ieri, era categorico – che i militari possano anche aver già cercato la presenza di eventuali telecamere di video sorveglianza posizionate nella zona, proprio per avere piena contezza dell’accaduto. 

     

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Paura e contagi fuori controllo nell'Agrigentino, Cuffaro sbotta: "La verità? Siamo in mano a nessuno"

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento