rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

L'anno che se ne va, tra fatti e misfatti: il 2013 raccontato dalle notizie

Le notizie più importanti con le quali proviamo a riassumere un anno di cronaca, politica e sport. Qual è il fatto del 2013 che più ti ha colpito? Vota il sondaggio

Incidenti, elezioni, bufere giudiziarie ed eventi. Il 2013 lascia tanti ricordi, belli e meno belli. Un anno intenso, ricco di notizie ed avvenimenti unici, che proviamo a riassumere con le notizie "più cliccate" e più interessanti dell'anno. In fondo anche un sondaggio, con il quale poter "votare" il fatto che più vi ha colpito.

Crolla viadotto sulla Ss115

E' la notte tra l'uno e il due febbraio quando crolla una porzione del viadotto "Verdura", tra Ribera e Sciacca. La provincia è "spezzata" a metà e il traffico subisce fortissimi disagi. Quella parte di viadotto verrà poi ricostruita e il traffico verrà ripristinato. 

Leggi la notizia ->
Guarda il video: il viadotto crolla sotto gli occhi dei soccorritori -> 

Frana in una cava a Villafranca Sicula, sepolto un operaio mentre lavorava

E' il 6 febbraio quando a Villafranca Sicula Mario Cardinale, 50enne di Bivona, viene travolto da una frana mentre era alla guida di un escavatore. Il suo corpo rimarrà sepolto lì fino al 14 febbraio, quando i vigili del fuoco e la Protezione civile, dopo giorni di lavoro, riescono a tirare fuori l'operaio, purtroppo cadavere. La vicenda ha attirato l'attenzione dei media nazionali, perché a distanza di giorni non si sapeva ancora se l'uomo fosse vivo o morto, seppur sepolto dalle macerie.
Leggi l'articolo e guarda le foto -> 

Demoliti gli ecomostri della Scala dei Turchi Abbattuto l'ecomostro di Scala dei Turchi

La Procura della Repubblica ha dato la "smossa" decisiva. Così, pochi giorni dopo, le ruspe hanno acceso i motori ed hanno buttato giù l'ecomostro costruito sulla spiaggia della Scala dei Turchi. Il 6 giugno venne "liberata" la splendida spiaggia della "Scala". Ma prima della fine dello stesso mese, la Procura insiste, chiede e ottiene anche l'abbattimento degli ecomostri sulla spiaggia di Lido Rossello. 
Guarda le foto -> La spiaggia prima e dopo 

Elezioni politiche e amministrative, 16 comuni al voto il 9 e il 10 giugno

Si aprono le urne. Rinnovano sindaco e Consiglio comunale i comuni di Alessandria della Rocca, Burgio, Calamonaci, Camastra, Castrofilippo, Cianciana, Grotte, Joppolo Giancaxio, Licata, Lucca Sicula, Menfi, Palma di Montechiaro, Ravanusa, Sambuca di Sicilia, San Giovanni Gemini e Sant'Angelo Muxaro. Tutti i risultati, Comune per Comune

Chiudono le Province, Eugenio D'Orsi lascia la poltrona

La Regione ha deciso: le Province vanno commissariate. Così Consigli provinciali e presidenti  fanno le valigie e tornano a casa. Arrivano i commissari. Siamo nel mese di giugno e anche Eugenio D'Orsi, tra polemiche e attacchi al governatore Crocetta, lascia l'ufficio di piazzale Aldo Moro. Al suo posto arriverà Benito Infurnari, nominato Commissario dalla Regione.

Luigi Gentile Viaggi ed escort in cambio di favori alla Regione, arrestato Luigi Gentile

E' il 19 giugno. La Guarda di finanza di Palermo sta eseguendo diverse misure cautelari nell'ambito di un'inchiesta riguardante viaggi ed escort in cambio di favori alla Regione Siciliana. Le fiamme gialle bussano anche alla porta dell'agrigentino Luigi Gentile, già assessore regionale e deputato di Fli. La bufera giudiziaria lo coinvolge in pieno e il noto personaggio politico agrigentino viene arrestato.
Leggi la notizia -> Dal viaggio in Tunisia ai biglietti per lo stadio, tutte le accuse mosse a Gentile
 

Agrigento, truffe a Inps e Inail: scattano le manette

I carabinieri di Agrigento non pensavano di trovare un sistema così ben omologato e funzionante. Falsi infortuni per ricevere indennità, false assunzioni, società fantasma. Così dopo un'intensa indagine il gip del Tribunale di Agrigento, su richiesta della Procura, emette le ordinanze. Sei arrestati, tra cui anche due medici. 
Leggi l'articolo -> Ecco come funzionava il sistema illegale 

Sport, una stagione storica per Agrigento Alessandro Bonaffini e Ciccio Nobile

L'Akragas calcio, dopo diciotto anni, torna a far sognare la città. Il mister ragusano Pino Rigoli, a cui il presidente Silvio Alessi affida la squadra per la prima volta nella stagione 2012-2013, porta i colori agrigentini in serie D. Una promozione stellare, dettata unicamente da gioie e successi. Lo stadio torna ad essere gremito e la domenica torna ad essere una grande festa, proprio come alcuni decenni fa. Trascorsa l'estate, mister Rigoli richiama i suoi per iniziare a lavorare in vista del nuovo impegnativo campionato di serie D (2013-2014). I primi mesi del 2014 saranno decisivi. Intanto i biancazzurri hanno fatto sognare anche nella categoria superiore. Un anno stellare per il calcio agrigentino. Ma la promozione è anche per l'Akragas Volley, che "stravince" il campionato (2012-2013) dopo una stagione di sole vittorie, approdando così in B1. Nel nuovo anno (2013-2014) arriva un nuovo allenatore: è Valerio Lionetti. Nel basket, invece, la Fortitudo Moncada Agrigento sfiora la promozione in LegaDue Gold nella stagione 2012-2013, fermandosi in semifinale contro Matera. Coach Franco Ciani e il ds Cristian Mayer costruiscono così la nuova squadra per il campionato 2013-2014 "Adecco Silver" e, dopo un inizio un po' "zoppicante", i biancazzurri alzano la voce e raggiungono il secondo posto in classifica. 

Papa Francesco a Lampedusa, la messa allo stadio Papa Francesco a Lampedusa

E' il primo di luglio. La notizia lascia tutti a bocca aperta: Papa Francesco ha deciso di visitare Lampedusa. Così il Santo padre l'8 luglio, a sette giorni esatti dall'annuncio della visita, atterra all'aeroporto dell'isola. E' la prima volta nella storia che un Papa visita la crocevia di popoli, in cui sono arrivati (e arrivano) decine di migliaia di migranti in fuga dall'Africa. La sua omelia resterà nella storia.
Leggi l'articolo e guarda le foto -> 

.

Mare sporco e fogne in mare, stagione fallita per San Leone

E' stata definita una delle peggiori stagioni degli ultimi vent'anni. Le acque torbide e continuamente sporche "affondano" l'estate 2013 per commercianti e abitanti di San Leone, il lido balneare di Agrigento. Il sindaco, dopo anni di silenzi, improvvisamente parte all'attacco contro Girgenti acque. Ma l'ente gestore del servizio idrico si difende e contrattacca. Intanto, però, anche questa stagione è andata persa. 

Scala dei Turchi: si abbattono gli ecomostri, ma sopra si costruisce nuovamente Villette sulla Scala dei Turchi

Scoppia tra agosto e settembre il caso "villette sulla Scala dei Turchi". A sollevare il fatto è l'associazione ambientalista "MareAmico", che denuncia pubblicamente il cantiere per la costruzione di un complesso di villette sulla collina della Scala dei Turchi, a pochi mesi dall'abbattimento degli ecomostri sulla spiaggia. Nasce un botta e risposta tra ambientalisti e costruttori. La Procura apre un'inchiesta e la Soprintendenza blocca i lavori.

Rapinano e violentano colombiana, arrestati in tre

Pensavano di averla fatta franca, ma due poliziotti - che liberi dal servizio stavano passeggiando in via Atenea - li hanno notati mentre cercavano di vendere preziosi ad un "Compro oro". Ne è nata un'attività investigativa, che da lì a poche ore porterà a scoprire che i tre fermati avevano poco prima rapinato e poi violentato una prostituta colombiana. E' il 25 settembre. I tre vengono arrestati dalla polizia.
Leggi l'articolo e guarda le foto -> 

feretri hangar lampedusa 1-2 Naufragio a Lampedusa, muoiono oltre 360 migranti

E' una data che resterà dolorosamente impressa nella storia. E' il 3 ottobre a Lampedusa quando una chiamata di soccorso giunge alla sala operativa della Capitaneria di Porto Empedocle. "Siamo in tantissimi, imbarchiamo acqua. Il barcone sta affondando. Aiutateci". Le motovedette mollano gli ormeggi e raggiungono l'Isola dei conigli. Gli uomini della Guardia costiera soccorrono i primi migranti in acqua. Dopo qualche minuto il mare si trasforma in un tappeto di cadaveri. E' la tragedia più grande del Mediterraneo. Muoiono 366 persone. Soltanto pochi giorni dopo, l'11 ottobre, un altro barcone affonda tra Lampedusa e Malta. Nuovamente centinaia di morti. 

Scoperti e sequestrati a Favara circa venti chili di droga

E' il 10 ottobre. I carabinieri, che già da alcuni giorni tenevano sott'occhio un 46enne del posto, decidono di intervenire e trovano quasi venti chili di hashish e circa cento grammi di cocaina. E' l'operazione antidroga più importante dell'anno. L'uomo viene arrestato e la sostanza stupefacente sequestrata.
Leggi l'articolo -> 

Ucciso dalla furia del suo asino Giovanni Alessi

La notizia lascia tutti increduli e sgomenti. Giovanni Alessi, imprenditore agrigentino molto conosciuto in città e non solo, viene trovato morto nella sua campagna di Realmonte la sera del 18 ottobre. Ad ucciderlo è stato il suo asino in preda ad una inspiegabile furia. Una morte assurda che l'intera città fatica a "digerire". Ai funerali, a cui hanno partecipato migliaia di persone, il feretro è stato portato in spalla dai giocatori dell'Akragas calcio, la squadra presieduta dal fratello Silvio. 
Il ricordo -> Agrigento piange Giovanni Alessi 
 
Spari a Palma di Montechiaro, ucciso un 17enne

E' la sera del 23 ottobre. Una raffica di proiettili esplosi in contrada "Ciotta", a Palma di Montechiaro, raggiunge l'auto sulla quale viaggiava un 17enne insieme ad altri due amici. Un colpo lo colpisce alla nuca e lo uccide. Parto le indagini e la caccia all'uomo nelle campagne dove è accaduto il fatto. I poliziotti ancora lavorano per far luce su quel terribile delitto.
Leggi l'articolo -> 

incidente palermo sciacca foto monreale press-2 Incidente sulla Palermo-Sciacca, cinque morti: tra le vittime anche un bambino

Una famiglia distrutta in un istante. E' il 13 novembre. Sulla strada Palermo-Sciacca il piccolo Alberto Titone di 2 anni viaggia in auto insieme a papà Giovanni, mamma Maria e nonna Rosa. Improvvisamente, però, lo scontro frontale con un'altra auto nei pressi del bivio per Giacalone (Monreale). Muore il piccolo insieme alla madre e alla nonna. Il padre si salverà, ma risulterà positivo alla cannabis. La Procura di Palermo apre un'inchiesta.
Leggi l'articolo e guarda il video -> 
I risvolti -> 

Cronaca di un suicidio annunciato BELLAVIA ROSARIO

Il siculianese Rosario Bellavia, 50 anni, arrestato nell'ambito dell'operazione antimafia "Nuova cupola" lo aveva detto più volte al suo legale, l'avvocato Totò Pennica. L'uomo, detenuto nel carcere di Caltanissetta, aveva più volte manifestato la volontà di suicidarsi perché si definiva innocente e vittima di un'ingiustizia. Voleva essere ascoltato dagli inquirenti. Il difensore ha così avvertito immediatamente l'autorità giudiziaria. Ma Bellavia, non vedendo risposte, ha deciso di farla finita. Si è impiccato in carcere qualche ora prima del Santo Natale. La famiglia ora chiede giustizia.
Leggi l'articolo -> 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'anno che se ne va, tra fatti e misfatti: il 2013 raccontato dalle notizie

AgrigentoNotizie è in caricamento