Convenzione tra Farm Cultural Park e Comune, i cittadini chiedono modifiche

Si sono rivolti all'associazione "Konsumer Agrigento", presieduta dall'avvocato Giuseppe Di Miceli, per chiede all'amministrazione la rettifica di alcuni punti contestati

Un'installazione alla Farm Cultural Parl

La modifica della convenzione stipulata tra il Comune di Favara a Farm Cultural Park è stata richiesta da alcuni residenti, che hanno rilevato alcune criticità. Per questo motivo, i cittadini del Cortile Bentivegna si sono rivolti all'associazione "Konsumer Agrigento", presieduta dall'avvocato Giuseppe Di Miceli, per chiede all'amministrazione la rettifica di alcuni punti contestati. 

Ticket d'ingresso alla Farm, la giunta ha detto sì

Nel dettaglio, tra le criticità segnalate, le limitazioni d'ingresso all'isola pedonale, i cittadini chiedono una zona a  traffico limitato, per dare ai residenti e proprietari la possibilità di accedere nel cortile con le proprie auto, per il carico lo scarico di merci e per l’accesso ai garage. E ancora, i proprietari residenti e non, chiedono di essere forniti di un numero illimitato di pass al portatore, per l’accesso nel cortile dei loro parenti e ospiti. "Parenti e ospiti - chiedono i cittadini - devono potere usufruire del pass anche in assenza del proprietario, nei casi in cui devono recarsi nel cortile, per commissioni varie o semplicemente per concessione amichevole della casa, fatta dai proprietari a parenti o amici".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Convenzione col Comune

"Le istallazioni fatte dalla Farm negli spazi comuni - chiedono ancora - devono essere temporanee, non devono ostacolare l’ingresso alle proprietà private e devono essere poste negli spazi di pertinenza delle proprietà di Farm. Come suddetto si chiede che la tosap sia concessa solo negli spazi di pertinenza del richiedente che sia Farm o altri. Nei casi di ristrutturazione esterna riguardanti i prospetti delle strutture, si chiede, che non ci siano vincoli nè di tempi né dell’estetica; fermo restando la responsabilità di ogni singolo proprietario della messa in sicurezza dei propri immobili". Infine, i cittadini chiedono che vengano rispettate le regole vigenti sulle emissioni sonore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'università: "Calo dei contagi, l'epidemia in Sicilia finirà prima che altrove"

  • Aveva febbre e diarrea: morto un ghanese 20enne, scatta il protocollo sanitario per Covid-19

  • Favara saluta Lorena con i lenzuoli bianchi, i familiari del presunto omicida: "Persa una figlia"

  • L'epidemia da Coronavirus si allarga: primi contagiati a Naro e Ravanusa

  • Rientra in città dal Nord e in famiglia scoppia il parapiglia: accorre la polizia

  • Secondo tampone positivo in meno di 24 ore a Ravanusa: è un focolaio diverso, per l'Asp gli infetti sono 85

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento