Famiglie in ginocchio e uomini violenti, la polizia tende una mano d'aiuto

Gli agenti della Squadra Mobile hanno notificato ad un agrigentino il divieto di avvicinamento alla moglie e ai figli minori nei confronti dei quali aveva posto in essere maltrattamenti e vessazioni

L'ingresso della Questura di Agrigento

#essercisempre. Non soltanto uno slogan, ma la realtà dei fatti per la polizia che prosegue l'attività di prevenzione e repressione dei reati, con costante e continuo impegno, tenendo in particolar considerazione la tutela delle fasce più deboli. Specie in tempi d'emergenza Covid-19. Negli ultimi giorni, numerosi sono stati gli interventi della Terza sezione della Squadra Mobile in diversi Comuni della provincia, ma anche nel capoluogo. In alcuni casi, l'intervento è partito subito dopo aver acquisito le segnalazioni dei cittadini, in altri grazie all'attività di monitoraggio dei contesti maggiormente sensibili.

Gli agenti della Terza sezione, diretti dal vice questore aggiunto Giovanni Minardi, sono intervenuti in un'abitazione dove era stata segnalata la presenza di una giovane donna che viveva nel degrado assoluto, priva dei più elementari servizi. I poliziotti hanno chiesto l'intervento dei Servizi sociali del Comune di Agrigento che ha constatato le oggettive condizioni di abbandono e di disagio della donna e ha attivato le adeguate procedure per tendere una mano d'aiuto. 

In provincia, gli agenti, grazie ad una intensa attività investigativa, hanno accertato le critiche condizioni di una famiglia ad alto rischio. Anche in questo caso, l'intervento non si è limitato all’esclusiva attività di polizia, ma sono stati attivati i competenti Servizi Sociali, sempre con l'obiettivo di garantire adeguata assistenza ai minori di quella famiglia.

Non è mancata, naturalmente, la pressante attività di vigilanza - realizzata dalla Squadra Mobile - su persone responsabili di reati di violenza e minaccia nei confronti di loro familiari. Appena qualche giorno fa, ad un uomo è stato notificato il divieto di avvicinamento alla moglie ed ai figli minori nei confronti dei quali aveva posto in essere maltrattamenti e vessazioni.

L'invito del questore di Agrigento, Rosa Maria Iraci, è quello di segnalare eventuali condotte illecite di cui si è vittime o tutti quei comportamenti violenti in danno di persone indifese, anziani, disabili e minori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • I contagi da Covid-19 continuano ad aumentare, firmata l'ordinanza: ecco tutti i nuovi divieti

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Coronavirus, 7 nuovi casi: 3 ad Aragona, 2 a Sciacca, 1 ad Agrigento e a Palma

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona e tamponi positivi anche a Licata

  • Emergenza Covid-19: diagnosticati 7 nuovi contagi ad Aragona che è a 16 casi: positivi anche ad Agrigento e Sciacca

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento