menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'incontro

L'incontro

Famiglie in difficoltà e democrazia partecipata, Anna Marino incontra l'Amministrazione comunale

Ancora una volta i Volontari di Strada varcano il portone di Palazzo dei Giganti per portare sul tavolo del Comune le problematiche urgenti e gravi

Il vice sindaco Aurelio Trupia e l’assessore alle Politiche Sociali, Marco Vullo, hanno incontrato, a palazzo dei Giganti, la Presidente dei Volontari di Strada, Anna Marino, accompagnata da un volontario della stessa associazione, Alfonso Cartannilica. Nel corso dell'incontro sono state affrontate diverse tematiche con al centro le attività a sostegno, ciascuna per la propria parte di competenza, delle numerose famiglie del territorio che vivono situazioni di povertà e di indigenza, rafforzate, in questo momento storico, dall’emergenza Covid-19. In particolare, si è discusso sulla questione dei fondi relativi alla quota del due per cento delle somme trasferite dalla Regione Siciliana al Comune di Agrigento, che devono essere spese con forme di "democrazia partecipata utilizzando strumenti che coinvolgono la cittadinanza per la scelta di azioni di interesse comune", e per i quali gli stessi amministratori hanno anche annunciato di volere potenziare lo strumento della promozione e partecipazione diretta dei cittadini alle scelte politiche ed amministrative, per coinvolgere sempre più gli agrigentini nella spesa del 2% dei trasferimenti regionali. Si tratta di fondi per i quali i Volontari di Strada hanno riproposto l’opzione “Sostegno alla povertà” per fronteggiare i casi di emergenza, previo accertamento e valutazione degli assistenti sociali.

Nel corso dell’incontro, la presidente Anna Marino ha voluto rassegnare ai due amministratori il grido di dolore di molte famiglie agrigentine, impossibilitate a regolarizzare il pagamento di tributi comunali, come la Tari. Una realtà che i Volontari di Strada vivono quotidianamente, alla quale, pur con tutta la buona volontà, solo in piccola misura si riesce a far fronte. Da parte loro, Trupia e Vullo hanno sottolineato che la vicenda è sotto i riflettori della Giunta sin dal suo insediamento, annunciando che è allo studio degli uffici comunali la predisposizione di un regolamento che disciplini il cosiddetto “baratto amministrativo”. Un istituto giuridico che consente al cittadino di svolgere lavori socialmente utili per conto del Comune, per sanare la propria posizione debitoria.

Ancora una volta i Volontari di Strada varcano il portone di Palazzo dei Giganti per portare sul tavolo dell’amministrazione attiva problematiche urgenti e gravi che attengono alla vita di centinaia di agrigentini, che necessitano di interventi concreti e definitivi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Danneggia la rotonda del Quadrivio e fugge via: "beccato" dalle telecamere

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Coronavirus

Attualità

L'accademia delle Belle arti dona quindici quindici quadri al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Un agrigentino a "Uomini e donne", Gero Natale debutta su Canale 5

  • Sport

    L'ex "portierone" Daniele Indelicato vola a Dubai: affiancherà Sosa

Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento