rotate-mobile
Cronaca

Famiglie ed aziende ancora isolate, soccorsi quanti dovevano sottoporsi a dialisi

Le scuole resteranno chiuse anche lunedì a Cammarata ed a Santo Stefano Quisquina. Obbligatorio montare le catene da neve sulla statale 189 all'altezza di Cammarata e sulla 640 all'altezza di Canicattì

Il Comune, con delle ruspe, sta liberando le strade di contrada Montagna a Canicattì dove più famiglie, dal tardo pomeriggio di ieri, sono prigioniere di neve e ghiaccio. Stamani, anche i vigili del fuoco del locale distaccamento erano accorsi in aiuto delle famiglie rimaste isolate.

LEGGI ANCHE: Adesso è emergenza ghiacchio 

A Santo Stefano Quisquina, invece, restano - al momento - isolate decine e decine di aziende zootecniche ed agricole. La viabilità rurale è andata in tilt. Ci sono zone dove lo spazzaneve del Libero consorzio non è nemmeno arrivato ed il sindaco Francesco Cacciatore non ha potuto far altro che chiedere "aiuto" alla Prefettura di Agrigento. "Con le mini ruspe delle cinque imprese di fiducia - ha detto il sindaco Cacciatore - abbiamo liberato le strade principali ed abbiamo assicurato l'accesso alla casa di cura. Per le strade di campagna, le difficoltà sono ancora enormi e noi siamo una comunità rurale". A complicare ogni cosa è, naturalmente, il ghiaccio. Il sindaco di Santo Stefano Quisquina ha già firmato un'ordinanza: lunedì le scuole rimarranno chiuse. Una decisione presa per precauzione.

A Cammarata, nel centro urbano, in alcune zone, ci sono ancora 10 centimetri di ghiaccio. Nelle strade secondarie verso la montagna, la neve era arrivata ad un'altezza di circa un metro. L'amministrazione comunale, con in testa il sindaco Vincenzo Giambrone, ha cercato con i mezzi spazzaneve e spargisale di garantire la sicurezza pubblica, ripulendo il più rapidamente possibile le strade principali e passando poi alle secondarie. I diagi ancora ci sono, ma lentamente si cerca di tornare verso la normalità. Anche a Cammarata, in via precauzionale, è stato deciso che lunedì le scuole di ogni ordine e grado resteranno chiuse. L'allerta sulla zona montana dell'Agrigentino non è però ancora finita. Il bollettino meteo prevede, di nuovo, neve a partire dalle 22. 

Diversi i mezzi meccanici, adibiti a spalare la neve, anche a Casteltermini dove il sindaco Nuccio Sapia sta valutando se chiudere o meno le scuole per lunedì. Anche adesso, nei punti ritenuti critici, ci sono i mezzi che stanno cercando di spargere il sale e fare in modo che le gigantesche lastre di ghiaccio si sciolgano.

Anche a Racalmuto, già dalla serata di ieri e per tutta la mattinata, sono stati in azione i mezzi spazzaneve e spargisale. A coordinare le operazioni è stato, direttamente in strada, il sindaco Emilio Messana.

Racalmuto, mezzi spargisale in azione

La polizia Stradale di Agrigento continua a monitorare le principali strade statali dove si sono registrate criticità. E' obbligatorio - ricordano - procedere con le catene da neve montate lungo la statale 189, a partire da Cammarata con direzione Palermo e lungo la statale 640 dall'altezza di Canicattì.  

Con pochi mezzi a disposizione, i tecnici ed i cantonieri del Libero Consorzio stanno lavorando sulle strade che sin dalla mattinata di ieri sono state completamente ricoperte dalla neve, in particolare sulla 24, la Cammarata-Santo Stefano di Quisquina, che dal tardo pomeriggio di ieri aveva quasi un metro di neve nel tratto montano.

VEDI IL VIDEO: Strade invase dalla neve, automobilisti in difficoltà 

Impraticabili anche la provinciale 25 Soria - Mussiomeli, la stessa 24 in direzione Valledolmo, strade sulle quali si interverrà nella giornata di domani, mentre nel pomeriggio si sta intervenendo in contrada Misita, in territorio di Santo Stefano di Quisquina, dove - su segnalazione della Prefettura - è in azione anche l’ufficio di Protezione civile per assistere alcune famiglie rimaste completamente isolate, e soprattutto tre persone che da Cammarata dovevano recarsi urgentemente a Bivona per sottoporsi a dialisi.

In mattinata, il settore Infrastrutture stradali e la Protezione civile provinciale è intervenuto anche nel territorio di Racalmuto, in particolare sulla provinciale 15 per Grotte che era invasa da neve.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Famiglie ed aziende ancora isolate, soccorsi quanti dovevano sottoporsi a dialisi

AgrigentoNotizie è in caricamento