Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La memoria dello chef Carlo Costanza vive: donato defibrillatore a Fontanelle

I familiari del venticinquenne scomparso a Milano hanno dotato la biblioteca comunale dell’importante strumento salva vita

 

“Chi vive nel cuore di chi resta non muore mai”, con queste parole la signora Carmelina Forte, ricorda il suo  figlio unico, Carlo scomparso a causa di un incidente stradale e che vive nella memoria dei suoi cari che, con un grande atto di generosità, dopo aver donato gli organi del giovane chef, si sono resi protagonisti di altri atti di altruismo.

Con lo scooter si scontra con un'auto, 25enne agrigentino muore a Milano dopo tre giorni di agonia
Con lo scooter si scontra con un'auto, 25enne agrigentino muore a Milano dopo tre giorni di agonia

 

Potrebbe interessarti: https://www.agrigentonotizie.it/cronaca/incidente-stradale/incidente-stradale-scooter-auto-milano-muore-agrigentino-25-anni-carlo-costanza-.html

I coniugi Giovanni e Carmelina Costanza, dopo aver dotato l’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento di tre respiratori Optiflow, hanno anche regalato al quartiere di Fontanelle, un defibrillatore. Uno strumento salvavita che è stato collocato nel cortile della biblioteca comunale della popolosa area urbana.

L’assessore comunale, nonché medico cardiologo Giovanni Vaccaro, nel sottolineare l’importanza della presenza di un defibrillatore pubblico, si è assunto l’impegno di organizzare dei corsi gratuiti per istruire i cittadini al corretto utilizzo dell’apparecchiatura salva vita. 

Morì in un incidente stradale, i genitori donano un defibrillatore

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento