"Falsi contratti d'assunzione e di locazione", truffa da 400 mila euro all'Inps: chiuse indagini per 57

L'istituto previdenziale, negli anni 2014 e 2015, ha erogato - subendo un danno - soldi per le indennità assistenziali. Tutti sono accusati di truffa aggravata in concorso

Il tribunale di Agrigento

"Stipulavano falsi contratti di locazione di terreni agricoli, ma simulavano anche - negli anni 2013 e 2014 - l'assunzione di centinaia di lavoratori, inducendo in errore l'Inps sulla sussistenza delle condizioni per erogare le indennità assistenziali richieste e procurando un ingiusto profitto ai lavoratori fittiziamente assunti. L'istituto previdenziale, negli anni 2014 e 2015, ha versato complessivamente oltre 400 mila euro, con pari danno per l'ente pubblico". E' con queste accuse - l'ipotesi di reato contestata è truffa aggravato in concorso - che ben 57 persone, la maggior parte delle quali di Palma di Montechiaro, è finita sotto inchiesta. 

Adesso, il pm di Agrigento, Elenia Manno, ha fatto notificare l'avviso di conclusione delle indagini - atto propedeutico al rinvio a giudizio - ai 57 indagati. Quasi tutti abitano a Palma di Montechiaro, ma qualcuno risiede ad Agrigento, Naro, Camastra e Caltanissetta. Tutti gravitavano - in un modo o nell'altro: o come titolari, o come gestori di fatto, o come lavoratori - attorno ad una impresa agricola. Tutti "in concorso morale e materiale tra loro, con artifizi e raggiri hanno proceduto alla stipula dei falsi contratti di locazione di terreni agricoli, nonché d'assunzione di lavoratori".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli indagati, attraverso i propri difensori, entro 20 giorni, avranno facoltà di presentare memorie, produrre documenti, depositare documentazione relativa ad investigazioni del difensore, chiedere al pubblico ministero il compimento di atti di indagine. Sempre entro 20 giorni dalla notifica dell'avviso di garanzia, che è stata fatta dai poliziotti del commissariato di Palma di Montechiaro, gli indagati hanno facoltà di presentarsi e rilasciare dichiarazioni o chiedere di essere sottoposti ad interrogatorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • I contagi da Covid-19 continuano ad aumentare, firmata l'ordinanza: ecco tutti i nuovi divieti

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Coronavirus, 7 nuovi casi: 3 ad Aragona, 2 a Sciacca, 1 ad Agrigento e a Palma

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona e tamponi positivi anche a Licata

  • Emergenza Covid-19: diagnosticati 7 nuovi contagi ad Aragona che è a 16 casi: positivi anche ad Agrigento e Sciacca

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento