rotate-mobile
Tribunale

False dichiarazioni per incassare il reddito di cittadinanza, un'assoluzione

La donna avrebbe omesso di comunicare l'appartenenza al nucleo familiare che avrebbe potuto fare venire meno il diritto o ridurre il beneficio

Assoluzione perché il fatto non sussiste: il giudice monocratico Michele Dubini assolve un'imputata dall'accusa di avere sottoscritto una falsa dichiarazione per ottenere il beneficio del reddito di cittadinanza. 

La donna, in particolare, nella dichiarazione presentata nel febbraio del 2022, avrebbe omesso di dichiarare la sua appartenenza al nucleo familiare nel quale c'era anche la madre.

Il difensore, l'avvocato Carmelo Pitrola, tuttavia, ha sottolineato la lacunosità delle indagini che non hanno dimostrato se la stessa dichiarazione avrebbe o meno escluso o ridotto il beneficio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

False dichiarazioni per incassare il reddito di cittadinanza, un'assoluzione

AgrigentoNotizie è in caricamento