rotate-mobile
Giovedì, 26 Gennaio 2023
La sentenza

Servizio idrico, Girgenti acque condannata a pagare 2,5 milioni di euro a Tre Sorgenti

La vicenda risale al 2009 e riguarda alcune fatture per forniture idriche che il consorzio riteneva (a ragione) di dover ricevere dalla società

Al termine di una lunghissima battaglia legale, la Corte d’Appello di Palermo ha stabilito che la Girgenti acque - oggi fallita - dovrà versare oltre 2 milioni e mezzo di euro il Consorzio acquedottistico Tre Sorgenti.

A riportarlo è il quotidiano La Sicilia. Il consorzio, formato dai Comuni di Canicattì, Licata, Palma di Montechiaro, Campobello di Licata, Grotte, Racalmuto e Ravanusa, come noto ancora oggi prosegue una gestione del servizio idrico autonoma (anche se le reti saranno, man mano, consegnate ad Aica). Lo stesso aveva avviato un complesso contraddittorio con l'ex gestore per forniture idriche del 2009. 

I giudici solo adesso hanno condannato l'ex Girgenti acque a risarcire il Tre Sorgenti per oltre due milioni e mezzo di euro, ma anche a rifondere il Consorzio delle spese di giudizio sostenute che ammontano a 27.000 euro per il procedimento di primo grado e 23.000 euro per quello di secondo grado. Sempre la gestione fallimentare di Girgenti acque dovrà dovrà pagare alcune decine di migliaia di euro di spese legali ad Ati.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizio idrico, Girgenti acque condannata a pagare 2,5 milioni di euro a Tre Sorgenti

AgrigentoNotizie è in caricamento