rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Controlli

Tre fabbricati, una vasca d'acqua trasformata in magazzino e un ricovero per animali: scoperto nuovo caso di abusivismo

Ordinato la demolizione degli abusi e il ripristino dello stato dei luoghi entro 60 giorni, “restando impregiudicata l’azione penale”

Tre fabbricati rurali di piccole dimensioni, ma in più elevazioni; una rampa carrabile realizzata con struttura mista a solaio; una vasca d’acqua interrata trasformata in magazzino e un manufatto in lamiera da destinare a ricovero per animali. A scoprire queste opere abusive, in contrada Piano Gatta, dopo un sopralluogo, sono stati gli agenti della polizia municipale e i tecnici dell’Utc di palazzo dei Giganti. Il dirigente del quinto settore del Municipio di Agrigento, Gaetano Greco, ha ordinato la demolizione degli abusi e il ripristino dello stato dei luoghi entro 60 giorni, “restando impregiudicata l’azione penale” – è stato scritto negli incartamenti del Comune - . L’avviso dato all’agrigentino, proprietario dei tre fabbricati e di tutto il resto, è quello classico: “in difetto si provvederà alla demolizione d’ufficio, a spese del responsabile dell’abuso”. Naturalmente, qualora le opere abusive dovessero essere state sottoposte a sequestro da parte dell’autorità giudiziaria, l’agrigentino dovrà chiedere il dissequestro al giudice penale prima di avviare qualsiasi opera di demolizione e ripristino dei luoghi. Anche in questo caso, così come in tutti i precedenti ed analoghi, contro il provvedimento del Comune potrà essere presentato ricorso al Tar Sicilia entro 60 giorni o al presidente della Regione entro 120 giorni.

Il controllo della sezione Edilizia della polizia municipale e dei tecnici del Municipio ha permesso di accertare, in questo caso, che le opere sono state realizzate in difformità alle autorizzazioni ottenute nel corso degli anni, nonché all’istanza di sanatoria.

Verifiche ed accertamenti, tanto su nuovi cantieri edili, quanto su precedenti costruzioni, andranno, naturalmente, sempre avanti e in ogni angolo della città. Perché un dato è certo: l’abusivismo edilizio è un fenomeno che non si è ancora estinto. E’ rallentato e anche di molto, ma è ancora esistente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre fabbricati, una vasca d'acqua trasformata in magazzino e un ricovero per animali: scoperto nuovo caso di abusivismo

AgrigentoNotizie è in caricamento