menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Libero consorzio

Il Libero consorzio

Una partecipata è per sempre: il Libero consorzio cita in giudizio la Propiter

La dismissione delle partecipazioni societarie non necessarie è un obbligo di legge da alcuni anni

Libero Consorzio "imprigionato" nella partecipazione all'agenzia Propiter Terre Sicane adisce alle vie legali per rompere ogni vincolo con la ormai (quasi) ex società partecipata. Il provvedimento è stato adottato dal commissiario Alberto Di Pisa. 

Già nel 2014 l'ormai ex Provincia aveva comunicato di essere fuoriuscita dalla partecipata, ma oggi "la suddetta società non ha provveduto alla presa d'atto del recesso di legge omettendo i conseguenti provvedimenti, malgrado le sollecitazioni formulate attraverso un'ampia corrispondenza e nonostante il normativo quadro di riferimento".

Si è quindi scelta la strada dell'azione legale, affinché l'assemblea ordinaria e straordinaria dei soci "prenda atto della volontà del Libero Consorzio comunale di voler cessare la partecipazione". Ma perché questa "fretta"? La dismissione delle partecipazioni societarie non necessarie, in realtà è un obbligo di legge da alcuni anni. Rimanere dentro la Propiter diventa quindi per la ex Provincia un problema non di poco conto, anche sotto il profilo di eventuali somme dovute per la partecipazione societaria.

Un caso simile è quello che ha riguardato proprio l'ente di area vasta e i suoi rapporti con il Consorzio universitario: in questo caso fu però il Cupa a cacciare dalla compagine societaria l'ex Provincia, chiedendogli però di pagare gli arretrati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giornali on line più letti, la classifica della piattaforma Similarweb

Attualità

Solidarietà all'Arma dei carabinieri, bandiere a mezz'asta al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento