"Testate all'ex fidanzata per farla abortire", ventunenne rinviato a giudizio

Giuseppe Camilleri l'avrebbe continuata a picchiare con calci quando era a terra, minacce anche alla madre: "Le sparo quando la vedo al balcone"

Giuseppe Camilleri, nel riquadro

Minacce, testate e calci all’ex fidanzata incinta: Giuseppe Camilleri, 21 anni e una lunga serie di vicissitudini giudiziarie nonostante la giovane età, finisce ancora a processo. Il giudice dell’udienza preliminare Francesco Provenzano, come chiesto dal pubblico ministero Chiara Bisso, ha disposto il rinvio a giudizio per le accuse di stalking, lesioni ed evasione dagli arresti domiciliari. La prima udienza del dibattimento a carico di Camilleri, difeso dall’avvocato Serena Gramaglia, è stata fissata per il 17 febbraio davanti al giudice Antonio Genna.

L’accusa di stalking scaturisce dalle persecuzioni che per due mesi, da gennaio a febbraio scorsi, la ragazza avrebbe dovuto subire. Il giovane, nonostante si trovasse agli arresti domiciliari, avrebbe ripetutamente telefonato alla ragazza, peraltro incinta e in una fase delicata della gravidanza, per minacciarla che l’avrebbe uccisa sparandole o dandole fuoco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con cadenza quotidiana, inoltre, sarebbe andato a casa sua per minacciarla. Il 28 febbraio scorso l’episodio più grave: Camilleri, sostiene l’accusa, segue la ragazza fino all’abitazione della madre e la colpisce con una violenta testata in fronte e un pugno sulle spalle. La donna incinta crolla a terra ma l’ex fidanzato avrebbe continuato a colpirla con calci. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In arrivo nuovi dirigenti scolastici, ecco tutti i movimenti in provincia

  • "Stavamo collocando le microspie e ci ha sparato addosso", racconto choc di tre tecnici in incognito

  • Oltre 750 migranti sbarcati in 48 ore a Lampedusa, Musumeci: "Serve lo stato di emergenza"

  • Ritrovata al Villaggio Mosè la 15enne scomparsa da Palermo a metà giugno

  • Sono in arrivo forti temporali: diramata l'allerta meteo "gialla"

  • Scazzottata con tragedia in via Petrarca, 64enne si accascia al suolo e muore

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento