Terremoto, i pompieri lasciano Zafferana: abbracci e lacrime di chi è stato aiutato

Momenti di commozione, ma anche di plateale riconoscimento - da parte della cittadinanza - al lavoro svolto, sempre in silenzio e a testa china, dai vigili del fuoco di Agrigento

La colonna mobile dei vigili del fuoco del comando provinciale di Agrigento era partita, alla volta dei Comuni del Catanese che avevano subito il risveglio dell'Etna, il giorno di Santo Stefano. Per giorni e giorni, i pompieri agrigentini sono rimasti al lavoro, cercando di dare una mano d'aiuto agli sfollati e a chi ha subito gravissimi danni. Nelle ultime ore, poi, il momento del commiato e del rientro ad Agrigento. Istanti non semplici a livello umano perché i pompieri si sono visti, all'improvviso, abbracciare fraternamente dagli abitanti di Zafferana Etnea. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Terremoto a Catania, in soccorso anche i pompieri agrigentini

abitanti zafferana ringraziano i vvff2-2

Gli abitanti di Zafferana Etnea hanno ringraziato - e lo hanno fatto con grande affetto - i pompieri che li hanno aiutati, in maniera anche determinante, subito dopo il grosso evento sismico. E' stato dunque il momento della commozione, ma anche del plateale riconoscimento - da parte della cittadinanza - al lavoro svolto, sempre in silenzio e a testa china, dei pompieri di Agrigento. In territorio Catanese continueranno ad operare, anche nei prossimi giorni, i funzionari e il personale Ucl: della sala operativa mobile, sempre del comando provinciale di Agrigento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si erano perse le tracce da una settimana, la favarese Vanessa Licata è stata ritrovata

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Oltre 750 migranti sbarcati in 48 ore a Lampedusa, Musumeci: "Serve lo stato di emergenza"

  • Scazzottata all'ex eliporto: due giovani finiscono in ospedale, denunciati

  • Movida a rischio, altra rissa tra giovanissimi a San Leone: volano pugni

  • Gli cade il telefonino, torna indietro e non lo ritrova più: avviate indagini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento