rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
L'esecuzione

Estorsione in concorso e rapina: deve scontare poco più di 2 anni, arrestato

Avrebbe estorto 600 euro ad un anziano, in cambio della restituzione di due automezzi che aveva venduto, avendone in cambio due assegni rubati

E’ stato riconosciuto colpevole di estorsione in concorso e rapina. Deve, adesso, scontare la pena di due anni e 17 giorni di reclusione, nonché pagare una multa di mille euro. E’ in esecuzione di un ordine di carcerazione, emesso dall’ufficio Esecuzioni penali della Procura della Repubblica di Agrigento, che i carabinieri di Agrigento hanno arrestato Gerlando Volpe di 39 anni. E dopo le formalità di rito, sempre gli stessi militari dell’Arma hanno trasferito l’agrigentino alla casa circondariale “Pasquale Di Lorenzo” di contrada Petrusa.

L’agrigentino avrebbe estorto 600 euro ad un anziano, in cambio della restituzione di due automezzi che aveva venduto, avendone in cambio due assegni rubati. Verteva su questo, grosso modo, l'inchiesta che nel 2018 aveva portato all’arresto di Volpe, e del presunto complice, un trentasettenne raffadalese. La polizia, all’epoca, aveva proceduto - a carico dei due indagati - per l'ipotesi di reato di ricettazione. Ma il gip del tribunale di Agrigento, ha riqualificato il reato: per il giudice Luisa Turco si è trattata di estorsione. I due si sarebbero intromessi nella compravendita di un Piaggio Porter e di un autocarro Fiat, entrambi provento di truffa: commessa ad Agrigento all'inizio di settembre. L'inchiesta ha preso le mosse da una denuncia e gli agenti indagando su un giro di veicoli rubati sono arrivati in un terreno, in territorio di Raffadali, in uso i due agrigentini, dove sono state rinvenute alcune auto di provenienza furtiva, e mezzi di ricambio.

Poi è arrivata la condanna e il trentanovenne agrigentino Gerlando Volpe deve, adesso, scontare due anni e 17 mesi di reclusione. I carabinieri della stazione di Agrigento non appena hanno ricevuto il provvedimento dall’ufficio Esecuzioni penali della Procura della Repubblica, subito hanno rintracciato l’uomo che è stato appunto arrestato prima e poi accompagnato al carcere “Di Lorenzo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorsione in concorso e rapina: deve scontare poco più di 2 anni, arrestato

AgrigentoNotizie è in caricamento