menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'avvocato Giuseppe Arnone (foto archivio)

L'avvocato Giuseppe Arnone (foto archivio)

"Estorsione", questa mattina l'avvocato Arnone compare davanti al giudice

La Procura, fin dalle ore successive all'arresto, ha continuato la sua attività investigativa, sentendo anche numerose persone

Si terrà questa mattina, alle 9, davanti al giudice Francesco Provenzano, l'interrogatorio di convalida per l'arresto di Giuseppe Arnone. L'avvocato Arnone è stato arrestato sabato, dai poliziotti della Squadra Mobile, per l'ipotesi di reato di estorsione.

IL FATTO: "ESTORSIONE", LA SQUADRA MOBILE HA ARRESTATO L'AVVOCATO ARNONE 

Sembra quasi scontato che oggi, Arnone - che è difeso dagli avvocati Arnaldo Faro e Carmelita Danile - cercherà di difendersi e di spiegare. Intanto, però, le accuse a suo carico sembrano aggravarsi. Domenica la Procura ha chiaramente parlato di "una pregnante e rilevante attività di intercettazione di comunicazioni" nonché "dell’acquisizione di robuste prove testimoniali a riscontro". L'inchiesta è stata coordinata dal sostituti procuratori Carlo Cinque ed Alessandro Macaluso.

LEGGI ANCHE: IL PROCURATORE PATRONAGGIO: "HA AGITO SENZA ESPRESSO MANDATO DELLA PARTE RAPPRESENTATA"

Secondo l'accusa, Arnone avrebbe preteso 50 mila euro dall'avvocato Francesca Picone per "non alzare clamore mediatico".

VIDEO: LA DIFESA: "E' ESTRANEO AI FATTI" 

"Dalle prove fin qui raccolte - ha proseguito la nota di ieri della Procura - che saranno offerte al doveroso vaglio del giudice della convalida, emerge che il contratto di transazione esibito dalla difesa dell’indagato è documento artatamente predisposto dallo stesso indagato che ha agito senza espresso mandato della parte rappresentata, a fini di esclusivo, illecito, arricchimento privato e tenendo la persona offesa sotto il ricatto di una campagna mediatica che ne avrebbe irrimediabilmente distrutto la vita privata e professionale". 

La Procura, fin dalle ore successive all'arresto, ha continuato la sua attività investigativa, sentendo anche numerose persone.  

LEGGI ANCHE: QUANDO GIUSEPPE ARNONE FU SINDACO PER UNA NOTTE 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento