rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Cronaca

Caso La Gaipa, il riesame prende tempo: nessuna decisione sulla scarcerazione

La difesa dell'imprenditore e uomo politico agrigentino, primo dei non eletti all'Ars col M5s, ha chiesto l'annullamento del provvedimento e sostenuto che si tratta di un complotto

Il tribunale del riesame prende tempo. I giudici, chiamati a pronunciarsi sulla richiesta di annullamento dell'ordinanza che impone gli arresti domiciliari per l'accusa di estorsione all'imprenditore Fabrizio La Gaipa, 42 anni, titolare dell'albergo Costazzurra, e il divieto di dimora ad Agrigento per il fratello Salvatore, di quattro anni più grande, socio dell'attività, all'indomani dell'udienza in cui i difensori, gli avvocati Diego Galluzzo e Calogero Petix, hanno sostenuto la tesi del complotto interno al M5s, non hanno ancora depositato l'ordinanza.

La difesa di La Gaipa all'attacco: "E' un complotto dei suoi stessi compagni di partito"

Fabrizio La Gaipa, primo dei non eletti nelle fila del Movimento cinque stelle alle ultime elezioni regionali, insieme al fratello la cui posizione è marginale perchè si sarebbe occupato in misura minore della gestione del personale, avrebbe imposto, con la minaccia - talvolta larvata - del licenziamento, la restituzione di una parte consistente (superiore a un terzo) dello stipendio che formalmente veniva erogato in busta paga. 

Ad accusarlo tre ex dipendenti, uno dei quali ha pure registrato di nascosto due conversazioni nelle quali si sentono Fabrizio La Gaipa e un suo dipendente discutere termini, cifre e modalità della restituzione dello stipendio. La difesa, ieri mattina, al tribunale del riesame, ha sostenuto che si tratta di un complotto interno al M5s (il principale accusatore è un attivista del Movimento) e che il nastro sarebbe stato consegnato solo tre settimane prima delle elezioni con l'intenzione di farlo arrestare prima del voto. 

La decisione dei giudici è attesa per le prossime ore. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso La Gaipa, il riesame prende tempo: nessuna decisione sulla scarcerazione

AgrigentoNotizie è in caricamento