menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alfonso Cipolla (foto Akragas)

Alfonso Cipolla (foto Akragas)

Espulso dal campo, l'ira di Cipolla: "Non ho fatto niente e lo dimostro"

L'agrigentino è uno dei giocatori simbolo dell'Akragas. Contro il dattilo, il difensore, ha dovuto lasciare il campo per un cartellino rosso. Non solo, arrivata la "batosta" anche dal giudice sportivo

Ha trascorso il lunedì successivo, giorno libero per la stragrande maggioranza dei calciatori, a riguardare la partita cercando disperatamente di capirci qualcosa sulla sua espulsione. Lui è Alfonso Cipolla, difensore dell’Akragas ed uno dei principali volti della gestione Castronovo. Cipolla, contro il Dattilo, è stato espulso. L’arbitro ha visto un presunto fallo ed ha estratto il cartellino rosso. D’impatto, Cipolla, non poteva crederci ed ha lasciato il campo esterrefatto. Ha voluto rivedere l’azione, non una ma circa trenta volte per poi arrivare ad una conclusione, quel fallo – secondo quanto fatto sapere dal difensore – proprio non c’è. Non solo, per dimostrarlo, Cipolla ha estrapolato dalla partita l’azione “incriminata”, cercando di capirci qualcosa sul presunto fallo. 

Il giudice sportivo ha fermato il difensore per tre turni. Tre partite senza campo, un’eternità per chi, come Cipolla, ha fatto del calcio il suo mestiere e stile di vita.

"La verità è troppo evidente per non esser mostrata. Mi sono visto sventolare un cartellino rosso senza aver fatto completamente nulla, un'espulsione che avrebbe potuto condizionare il risultato è davvero assurdo. Oltre a crearmi un danno imminente, mi recherà un danno ancor più grave in futuro, con le giornate di squalifica che mi infliggerà il giudice sportivo". Furono queste le parole di Cipolla all'indomani della partita, ed aveva anche ragione sulla pesante squalifica.  Adesso, il difensore dell'Akragas, chiede che qualcuno possa visionare questi filmati e tenerne conto. In Eccellenza, però, la prova tv non può essere portata sul "banco degli imputati". Cipolla ci prova e spera che qualcosa possa cambiare. Il difensore agrigentino ha scritto ad AgrigentoNotizie: "Non ho fatto assolutamente niente, la mia espulsione è stata totalmente ingiusta". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento