rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Ospedale / Sciacca

Errata ingessatura e niente intervento chirurgico per ridurre la frattura, Asp condannata ricorre in Cassazione

Il giudizio di primo grado, definito nel luglio del 2015, ha parzialmente accolto la domanda risarcitoria e il tribunale ha imposto che l'azienda sanitaria provinciale pagasse 10.023 euro di risarcimento danno

Condannata per un'errata ingessatura e mancato intervento chirurgico per la riduzione della frattura, l'Asp di Agrigento - provando a non pagare il risarcimento danni quantificato con sentenza di primo grado - fa ricorso in appello prima e in Cassazione adesso. 

Quella frattura scomposta causa di guai 

Finisce in ospedale, al "Giovanni Paolo II" di Sciacca, per una frattura articolare scomposta al polso. A causa della ritenuta "imperita e negligente condotta dei medici" riporta una "viziata consolidazione dell'arto, a causa dell'errato posizionamento dell'apparecchio gessato, e per la mancata esecuzione dell'intervento chirurgico per la riduzione della frattura". Era il 28 settembre del 2009 quando tutto accadeva.

Presunti casi di malasanità in strutture Asp, l'azienda versa oltre 300mila euro

In primo grado condannata l'Asp

Un anno dopo, l'ormai ex paziente chiedeva, all'Asp di Agrigento, un risarcimento danni. E il 2 febbraio del 2012, l'azienda sanitaria provinciale veniva citata, dinanzi al tribunale di Sciacca, per ottenere il pagamento di 32.651 euro. Il giudizio di primo grado, definito nel luglio del 2015, ha parzialmente accolto la domanda risarcitoria e il tribunale di Sciacca ha condannato l'Asp di Agrigento al pagamento di 10.023 euro.

Da un ricorso all'altro

L'Asp ha fatto ricorso contro la sentenza, ricorso che è stato però rigettato dalla prima sezione civile della Corte d'appello e adesso ha deciso di ricorrere in Cassazione ritenendo "il ragionamento logico-giuridico della sentenza, oltre che errato in alcuni punti, opinabile in punto di diritto". Per adire la Suprema Corte, l'Asp ha deciso di affidare l'incarico professionale ad un avvocato esterno".  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Errata ingessatura e niente intervento chirurgico per ridurre la frattura, Asp condannata ricorre in Cassazione

AgrigentoNotizie è in caricamento