Sabato, 13 Luglio 2024
Tribunale / Canicattì

"Market di eroina, cocaina e crack in casa": chiesto rinvio a giudizio di una coppia

Un anno dopo l'arresto la procura vuole il processo per due conviventi accusati di gestire un vasto spaccio di droga nella loro abitazione

Eroina, cocaina e crack: un vero e proprio market della droga all'interno della loro abitazione. A distanza di un anno dall'arresto la procura chiede il rinvio a giudizio per la coppia accusata di gestire lo smercio dall'appartamento del centro storico di Canicattì.

Si tratta di Giuseppina Amato, 38 anni e Carmelo Alessio Frangiamone, 24 anni. Il loro arresto è scattato il 9 agosto dell'anno scorso a conclusione di un'operazione della squadra mobile che, da tempo, teneva sotto osservazione l'abitazione in cui vivevano. La donna, peraltro, è stata coinvolta in vicende analoghe anche in passato.

Gli agenti, quando hanno perquisito la casa, hanno trovato quasi 8 grammi di crack divisi in involucri, 13 grammi di cocaina anche in questo caso separata in buste e 2,3 grammi di eroina in un unico involucro.

Franciamone, inoltre, sei giorni prima dell'arresto sarebbe stato sorpreso dai poliziotti, che lo tenevano d'occhio, mentre cedeva una dose di crack e una di eroina. 

L'udienza preliminare per decidere sulla richiesta di rinvio a giudizio formulata dal pubblico ministero Gloria Andreoli, davanti al giudice Iacopo Mazzullo, è in programma il 21 settembre. I due imputati hanno nominato come difensore l'avvocato Calogero Lo Giudice. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Market di eroina, cocaina e crack in casa": chiesto rinvio a giudizio di una coppia
AgrigentoNotizie è in caricamento