Portata idrica carente in quattro comuni, nuova diffida al Tre Sorgenti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Ripristino distribuzione idrica nei comuni approvvigionati attraverso l’Acquedotto “Tre Sorgenti”, con portata ridotta. Aggiornamento del 10/09/2020

La Gestione Commissariale del S.I.I., facendo seguito alle precedenti comunicazioni inerenti le problematiche legate alla fornitura idrica dei Comuni serviti attraverso l’Acquedotto “Tre Sorgenti”, informa che solo oggi, 10/09/2020, è stato possibile attuare gli interventi necessari al ripristino della distribuzione idrica nei comuni di Grotte, Naro, Racalmuto e Castrofilippo.

In particolare, alle ore 16:00 di ieri,  la Gestione Commissariale ha immesso nell’acquedotto consortile una portata di 60 l/s (+30 l/s rispetto a quella già consegnata), nel rispetto delle limitazioni imposte dal Consorzio.

Le portate che il Consorzio consente concretamente di far pervenire ai comuni risultano, per di più, inferiori rispetto a quelle immesse e raggiungono il valore di circa 53 l/s, così suddivisi: 

-          comune di Racalmuto: 16,5 l/s;

-          comune di Grotte: 16,5 l/s;

-          comune di Castrofilippo: 7 l/s;

-          comune di Naro (sollevamento Idrico “Margio Vitale”): 13 l/s; con ripetute problematiche legate all’irregolare funzionamento della pompa di sollevamento a causa di portata inferiore alla capacità minima della stessa.

Tenuto conto che tale fornitura idrica è notevolmente ridotta rispetto a quella necessaria per garantire un tempestivo recupero e, quindi, la normalizzazione della distribuzione idrica nei succitati comuni, si è diffidato, ancora una volta, il Consorzio, a garantire in primo luogo l’intera portata di 60 l/s, materialmente immessa dalla Gestione nell’acquedotto e, in ogni caso, dandone comunicazione alle competenti autorità giurisdizionali, la Gestione Commissariale del S.I.I. ha diffidato il Consorzio a garantire l’immissione di tutta la portata necessaria per l’approvvigionamento dei comuni, ordinariamente pari a l/s 80. 

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento