rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Cronaca

"Ergastolano in fuga protetto dai carabinieri", in aula l'uomo che arrestò Di Gati

Il sottufficiale Ignazio Dalli Cardillo, che convinse il boss di Delia a consegnarsi, ha testimoniato al processo nei confronti di alcuni colleghi

“Indagando su una rapina commessa in un’abitazione abbiamo scoperto che era coinvolto un nostro collega, lo stesso militare proteggeva un latitante che in un primo momento non avevamo compreso chi fosse”: il luogotenente Ignazio Dalli Cardillo ha deposto al processo ai presunti fiancheggiatori del boss di Delia, Cesare Genova, evaso dal carcere romano di Rebibbia l’11 aprile del 2010 approfittando di un permesso premio e catturato il 14 luglio dell’anno successivo nelle campagne dell’Agrigentino.

Dalli Cardillo è l’uomo che per sei anni ha mediato nell'ombra con la moglie dell’ex boss Maurizio Di Gati, ora pentito, per farlo consegnare ai carabinieri, riuscendoci quando il racalmutese perse la sfida col rivale Giuseppe Falsone. Il sottufficiale è stato ascoltato al processo in corso davanti ai giudici della seconda sezione penale presieduta da Luisa Turco. Fra gli imputati, oltre allo stesso Genova, 67 anni, accusato di evasione, detenzione di armi clandestine e ricettazione, ci sono tre carabinieri, due loro informatori e tre fiancheggiatori. Sono i carabinieri Umberto Cavallaro, 37 anni; Giuseppe Federico, 49 anni; e Andrea Mirarchi, 41 anni. Cavallaro, Federico e Mirarchi, insieme a due palmesi - Calogero e Francesco Burgio, entrambi di 31 anni, anch’essi imputati -, che materialmente avrebbero ospitato e accompagnato in giro per la provincia l’ergastolano, avrebbero coperto il latitante.

“In un primo momento – ha detto Dalli Cardillo rispondendo al pm Alessandra Russo - l’indagine partì in seguito a una rapina in un’abitazione dove fu esploso un colpo di fucile”. Alcuni passanti notano un’auto che appartiene a Mirarchi. “Abbiamo iniziato a indagare e intercettarlo, scoprendo – ha aggiunto Dalli Cardillo – che era in contatto con i Burgio e che questi coprivano qualcuno che si nascondeva". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ergastolano in fuga protetto dai carabinieri", in aula l'uomo che arrestò Di Gati

AgrigentoNotizie è in caricamento