rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Porto Empedocle

Rigassificatore di Porto Empedocle, Enel rompe gli indugi: "Pronti a investire un miliardo"

L'amministratore delegato della società elettrica, durante un convegno, entra a gamba tesa: "Progetto messo in naftalina per anni"

Un miliardo di euro per riprendere il progetto del rigassificatore di Porto Empedocle e realizzare l'opera. Dopo settimane di sostanziale silenzio, Enel entra in campo a "gamba tesa" sulla possibilità di realizzare l'impianto energetico nell'Agrigentino.

A rilasciare dichiarazioni inequivocabili durante un convegno di "Merita", riportate dall'Ansa - è l'amministratore delegato del gruppo, Francesco Starace. E' lui ad annunciare la "ripresa di un investimento che era purtroppo stato messo in naftalina sette anni fa da parte dei governi precedenti per la rigassificazione a Porto Empedocle". Un "terminale di rigassificazione - continua Starace - che ha tutti i permessi che, per sette anni, abbiamo rinnovato anno per anno aspettando che ci fosse finalmente il via libera per questo tipo di investimento: un miliardo circa su Porto Empedocle per attrezzare la Sicilia a ricevere navi gasiere e dare flessibilità di fornitura di gas".

Insomma, un interessamento "senza se e senza ma", che non tira in ballo (almeno, per quanto al momento noto) quella che era parsa una questione dirimente per Enel, cioè la dichiarazione di strategicità dell'opera. Superate, invece, appaiono le riflessioni dello stesso Ministero della Transizione ecologica sulla possibilità di utilizzare rigassificatori offshore invece che strutture fisse nei porti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rigassificatore di Porto Empedocle, Enel rompe gli indugi: "Pronti a investire un miliardo"

AgrigentoNotizie è in caricamento