Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Emergenza rifiuti, gli appelli dei sindaci di Realmonte e Racalmuto

Calogero Zicari ed Emilio Messana invitano a conferire soltanto l'umido, negli orari consentiti

Netturbini mentre raccolgono rifiuti

Cassonetti stracolmi di rifiuti. E' emergenza ad Agrigento come nel resto dei Comuni della provincia. A Realmonte ed a Racalmuto i sindaci cercano di "tamponare" e, spiegando cosa sta realmente accadendo, chiedono collaborazione ai concittadini. Il sindaco di Realmonte, Calogero Zicari, invita a conferire soltanto l'umido, negli orari consentiti, ed a lasciare a casa la parte secca come carta, cartone, vetro e plastica. Stesso appello, grosso modo, anche dal sindaco di Racalmuto Emilio Messana che però invita i concittadini a depositare la frazione secca nel centro di raccolta comunale di contrada Piano di Corsa. 

LE PAROLE DEL SINDACO DI REALMONTE.
"Il governo regionale ha chiuso, con la recente ordinanza del mese di giugno, la discarica di contrada Matarana a Siculiana. E già da diverse settimane stiamo provando a scaricare, come la totalità dei Comuni della provincia di Agrigento, nella lontana Lentini in provincia di Siracusa. Ciò ovviamente sta creando disagi notevoli anche agli autotrasportatori che sono costretti a fare turni assurdi e con un maggiore costo per il servizio. Adesso, con successiva ordinanza presidenziale, sono stati imposti, per ciascun Comune, - spiega Calogero Zicari - limiti giornalieri al peso dei rifiuti da conferire in discarica. Ciò vuol dire che non possiamo portare oltre un certo numero di tonnellate di rifiuti. Molti autocarri dell’Agrigentino sono stati costretti a tornare indietro ancora carichi, perché si era superato il limite di peso consentito. Si rischia una ricaduta sulla situazione sanitaria". 
L’Unione dei Comuni di Realmonte e Porto Empedocle ha già fatto la gara di appalto per la raccolta differenziata porta a porta ma il conferimento, per ragioni organizzative, potrà partire soltanto in autunno. "Stiamo cercando - conclude Zicari - di organizzare una raccolta differenziata per le attività commerciali con lo scopo di ridurre al massimo il quantitativo di rifiuti indifferenziati. L’appello che faccio oggi è quello di cercare di conferire i rifiuti nei cassonetti nelle ore consentite, di mantenere per quanto possibile la parte secca: carta, cartone, vetro, plastica, a casa fino alla normalizzazione della raccolta che avverrà a breve. Di rinviare conferimenti straordinari, derivanti da pulizie straordinarie di fine stagione".

L'APPELLO DEL SINDACO DI RACALMUTO.          
"E' fatto divieto assoluto ad ogni cittadino o utenza commerciale di gettare nei cassonetti rifiuti della frazione secca: carta, cartone, plastica, vetro, metalli. Questi rifiuti possono essere conferiti al centro di raccolta comunale di contrada Piano di Corsa. Il centro è aperto tutti i giorni lavorativi - tranne il martedì - dalle 8 alle 13,30 e nei giorni di lunedì e giovedì dalle 15 alle 18. E' consentito - prosegue Emilio Messana - soltanto il conferimento dell'indifferenziato nei cassonetti stradali nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 19 alle 24. Eventuali trasgressori saranno puniti con sanzione. Quanti sono impossibilitati a recarsi al centro di raccolta comunale di contrada Piano di Corsa possono rivolgersi all'ufficio Ambiente ed Ecologia per il ritiro domiciliare della frazione secca dei rifiuti. Per informazioni ed eventuali chiarimenti contattare i seguenti recapiti 0922 940004 - 0922 940030". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza rifiuti, gli appelli dei sindaci di Realmonte e Racalmuto

AgrigentoNotizie è in caricamento